Appello alle istituzioni per i lavoratori della K-Flex

Situazione K-Flex, ordine pubblico, tutela della proprietà e prossimi sviluppi

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Al prefetto di Monza e Brianza Al Ministro dell'Interno Nel rispetto delle reciproche competenze, in vista delle prossime giornate che si preannunciano drammatiche, e al fine di contemperare il corretto equilibrio tra gestione dell'ordine pubblico e della legalità e riduzione del conflitto sociale ci permettiamo di chiedere di concertare passo passo qualunque intervento di ordine pubblico nell'area degli stabilimenti K-Flex di Roncello e nelle connesse manifestazioni che potrebbero coinvolgere altre zone del Vimercatese. Avendo seguito fin dall'origine la vicenda ci sentiamo di testimoniare nero su bianco l'atteggiamento rispettoso, pacifico, non violento dei manifestanti, persino di fronte a provocazioni, nonostante la drammaticità della situazione. Nei confronti delle forze dell'ordine, di altri lavoratori coinvolti, degli autisti dei mezzi pesanti coinvolti c'è sempre stato rispetto in un clima di reciproca solidarietà. Ma impedire, in maniera non violenta, lo spostamento di beni di proprietà di Kflex, senza per questo mai nemmeno ipotizzare occupazioni o danneggiamenti, è assolutamente legittimo all'interno delle regole che tutelano in diritto di sciopero. Pertanto qualsiasi azione delle forze dell'ordine volta a tutelare lo spostamento di beni dagli stabilimenti, non essendo per nulla chiara neppure la relazione tra questi ed eventuali finanziamenti pubblici erogati all'azienda e possibili violazioni delle condizioni di erogazione stessa, non solo sarebbe una forzatura ma potrebbe andare contro all'interesse generale. Vi preghiamo pertanto di tenere in debita considerazione le nostre osservazioni, e nel farci garanti delle modalità pacifiche della protesta chiediamo di poter essere coinvolti e far da tramite per contemperare tutti i legittimi interessi in gioco, nessuno escluso.

On. Roberto Rampi - deputato Enrico Brambilla - consigliere regionale Roberto Invernizzi - Vice presidente della provincia di Monza e Brianza Luca Signorile - Sindaco di Roncello Giorgio Monti - Sindaco di Mezzago

Torna su
MonzaToday è in caricamento