Coronavirus, anche da Monza un importante supporto per il vaccino contro il Covid-19

Takis e Rottapharm Biotech hanno annunciato un accordo di collaborazione per lo sviluppo del vaccino ideato da Takis contro l’infezione da SARS-CoV-2, denominato COVID-eVax

Arriva anche da Monza l’impegno per trovare un vaccino in grado di fermare l’avanzata dell’epidemia di Covid-19. Da Rottapharm Biotech hanno annunciato un accordo di collaborazione per lo sviluppo del vaccino ideato da Takis contro l’infezione da SARS-CoV-2, denominato COVID-eVax.

La società di ricerca attiva nello sviluppo di farmaci innovativi monzese, metterà a disposizione di Takis le proprie competenze nello sviluppo di farmaci innovativi, oltre al supporto finanziario fino ad almeno il completamento della fase I/II di sperimentazione clinica. I primi 3 milioni di euro sono già stati concordati sui programmi in corso.

“La collaborazione è già pienamente attiva” ha dichiarato Lucio Rovati, Presidente e Direttore Scientifico di Rottapharm Biotech – “Abbiamo messo immediatamente a disposizione di Takis non solo i capitali per la prima fase di sperimentazione, ma soprattutto il supporto tecnico dei nostri manager scientifici, costituendo un team di elevate competenze.” Rovati ha poi aggiunto “In accordo con la comunità scientifica internazionale, riteniamo di grande importanza avere a disposizione vaccini diversi e su diverse piattaforme tecnologiche, per poter prevenire al meglio un eventuale ritorno dell’emergenza.”

Come funziona il vaccino targato Takis e Rottapharm Biotech

Nel campo dei vaccini contro il nuovo Coronavirus esistono diverse piattaforme tecnologiche. Quella in sviluppo da parte di Takis e Rottapharm Biotech è basata sul DNA. Un frammento di DNA viene iniettato nel muscolo e promuove la sintesi di una porzione della proteina “Spike” del virus, stimolando da parte dell’organismo una forte reazione immunitaria (sia anticorpale, sia cellulare) che previene l’infezione. L’efficienza del processo è aumentata dalla tecnica dell’“elettroporazione”, che favorisce il passaggio del DNA all’interno delle cellule in maniera semplice, rapida e senza effetti collaterali grazie a lievi e brevi stimoli elettrici. In termini di “elettroporazione” Takis collabora da anni con IGEA, azienda italiana il cui elettroporatore è già disponibile in oltre 200 ospedali in Europa. Le tre aziende insieme stanno collaborando nella realizzazione di un sistema per una diffusione più ampia e capillare. 

La tecnologia in sviluppo presenta molti vantaggi rispetto ad altre, tra cui la possibilità di poter essere ripetuta per aumentare e mantenere la risposta immunitaria, e di essere facilmente adattabile nel caso il virus dovesse “mutare” il suo codice genetico nel tempo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I primi risultati

La strada verso un vaccino in grado di proteggere dal Covid-19 è ancora lunga ma dalla scienza e dagli studi iniziano ad arrivare i primi risultati. La somministrazione del vaccino nell’animale ha dimostrato una forte risposta immunitaria che neutralizza il virus, bloccandone la replicazione nelle cellule. Il programma di sviluppo prevede ora il completamento degli studi di laboratorio e la produzione del primo quantitativo del vaccino, già partita per arrivare al primo studio clinico in autunno.
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente a Cinisello Balsamo, bimba di 4 anni investita da auto: soccorsa e portata al San Gerardo

  • Visite e tamponi post covid gratis in Lombardia: a Monza un solo nuovo caso

  • Incidente in tangenziale Nord, auto perde controllo e si schianta: tre ragazzi feriti

  • Trenta ragazzi al parchetto, arriva la polizia locale: due denunce e polemiche sui social

  • Auto rubate smontate in pausa pranzo e rivendute in un demolitore di Monza: 10 arresti

  • Dal 13 al 18 luglio, consulenze e visite gratuite per le donne negli ospedali dell’ASST di Vimercate

Torna su
MonzaToday è in caricamento