Scuola, l'Hensemberger di Monza premiato dalla Regione per RiCibo: l'app antispreco

Attraverso il loro prototipo gli studenti si sono classificati secondi al concorso "Lombardia è ricerca" della Regione. Davanti a loro il Bernocchi di Legnano

Una classe dell'Hensemberger (foto Fb)

Sul palco del Teatro alla Scala, insieme a ricercatori di fama internazionale, il prossimo 8 novembre ci sarà anche una scuola monzese che ritirerà il Premio 'Lombardia è ricerca' istituito da Regione Lombardia e promosso per la prima volta, quest'anno, in collaborazione con l'ufficio scolastico regionale. Si tratta dell'istituto tecnico industriale Hensemberger che con il suo progetto "Ri-Cibo" si è classificato al secondo posto. 

Gli studenti della scuola hanno prodotto il prototipo di una piattaforma informatica come ausilio alle associazioni che vogliono creare una rete per il recupero del cibo ancora commestibile, ma che altrimenti verrebbe buttato e sprecato. Nella fattispecie sono stati realizzati un sito web, un database e una App che permettono di combattere lo spreco di cibo creando una rete virtuosa tra piccoli e medi negozianti che vogliono donare il cibo vicino alla scadenza, volontari disponibili al trasporto di piccole quantità di cibo, associazioni impegnate nell'aiuto a persone e famiglie indigenti. 

Davanti alla scuola monzese è arrivato l'istituto tecnico Bernocchi di Legnano che ha realizzato un prototipo di treno per monitorare lo stato di salute dei binari. Al terzo e quarto posto, invece, il liceo scientifico Galilei di Erba (Como) e il CFP Canossa di Magenta. I vincitori, che riceveranno un riconoscimento di 64mila euro complessivi, sono stati selezionati da una giuria indipendente, presieduta da Eugenio Gatti, direttore della Fondazione del Politecnico di Milano, e composta da insegnanti, docenti universitari, liberi professionisti, ricercatori, che si sono candidati a ricoprire questo ruolo. 

"Con questo premio abbiamo voluto permettere ai ragazzi di sperimentare in prima persona che cosa significa fare innovazione. Diffondere tra gli studenti una cultura della ricerca basata in primo luogo sul confronto, anche per contribuire a dettare gli indirizzi del futuro — spiega Fabrizio Sala, vicepresidente di Regione Lombardia —. Abbiamo stimolato i ragazzi - prosegue il vicepresidente - a essere promotori di proposte innovative in ambiti strategici per lo sviluppo sociale ed economico. Sono sorprendenti i progetti nati da questa collaborazione in cui Regione Lombardia sarà un partner importante per poter dire 'avevamo un'idea, che adesso è realtà'". 
 

Potrebbe interessarti

  • Le 5 migliori gelaterie di Monza e Brianza

  • Via dalla città: i 5 migliori luoghi per un pic-nic in Lombardia

  • Tutti i consigli per tenere lontane le formiche dalla propria casa

  • Falangio, la pianta capace di purificare l'aria

I più letti della settimana

  • C'è una bomba da disinnescare, chiusi alcuni tratti dell'autostrada A4 domenica 16 giugno

  • Fan e sostenitori fuori dalla casa pignorata di Morgan a Monza: sfratto rinviato

  • Malore mentre è in bici, morto un uomo brianzolo di 56 anni

  • Malore alla guida, perde il controllo ed esce fuori strada: elisoccorso in Valassina

  • Intelligenza artificiale per assumere: ecco come cambiano i colloqui in Esselunga

  • Ricattano un prete dopo un incontro sessuale: cinque arresti in Brianza

Torna su
MonzaToday è in caricamento