Associazioni e privati fanno "quadrato" attorno all'ospedale di Desio: donato un nuovo monitor

L'apparecchio è stato comprato con i proventi di una giornata di beneficenza

Il monitor comprato con la raccolta fondi

Il 6 ottobre scorso una  giornata di svago con divertimenti per i più piccoli con clown, macchina per i popcorn e zucchero filato, trucca bimbi e il trenino per fare mini tour e per pranzare in compagnia con polenta, salsiccia e salamelle, panini e caldarroste e vin brulè. Nella giornata di mercoledì 5 dicembre all’ospedale di Desio si è concretizzato "frutto" della raccolta fondi.

Tutto si era svolto presso il piazzale dell’azienda Autotrasporti Zambonin, una delle ditte storiche di autotrasporti di Desio che si è fatta promotrice dell’evento, che ha saputo coinvolgere anche altri commercianti in partnership e il gruppo Alpini garantendo il successo della giornata.

"Alla signora Luisa Zambonin e a tutte le persone che hanno collaborato - sottolinea la dottoressa Tiziana Varisco, Direttore della Pediatria e Neonatologia dell’Ospedale di Desio – è rivolto il nostro ringraziamento. Con le Coordinatrici abbiamo partecipato all’evento e abbiamo potuto constatare personalmente l’impegno e trascorrere alcune ore in allegria con gli organizzatori, i cittadini presenti, adulti e bambini, e gli alpini con la loro ben nota simpatia". 

Grazie alla raccolta fondi è stato acquistato il monitor VISMO NIHON KOHDEN donato e consegnato mercoledì al reparto. Si tratta di un apparecchio di monitoraggio touchscreen di utilizzo molto semplice e intuitivo, con elevata capacità di memoria e facile accesso alla consultazione dei dati. Un monitor multiparametrico con tecnologie innovative per il monitoraggio dei pazienti con analisi delle aritmie ad elevata affidabilità.

"È sempre più importante erogare le migliori cure con elevati standard di sicurezza e qualità – continua la dottoressa Varisco -. Questo monitor si aggiunge alle nuove apparecchiature acquisite in questi ultimi anni per garantire miglior assistenza e monitoraggio nei nostri piccoli pazienti con insufficienza respiratoria o in situazioni critiche e di emergenza".

"Le istituzioni hanno bisogno dell’aiuto della società civile. Questo gesto rende ancora più completa la gara di solidarietà a favore dei più piccoli", commenta Matteo Stocco, Direttore Generale della ASST di Monza.

"Siamo ormai tutti consapevoli dell’importanza di un continuo aggiornamento professionale per assicurare le migliori cure in termini di qualità ed efficacia ma sappiamo anche quanto sia importante l’aspetto tecnologico e strumentale – sottolinea ancora Tiziana Varisco -. Per questo a nome di tutti gli operatori, ma soprattutto dei piccoli pazienti e dei loro genitori, ringrazio chi continua ad impegnarsi con noi, per continuare ad offrire cure migliori con l’aiuto di alta tecnologia avanzata".

"È molto importante fornire al personale medico e sanitario strumenti e macchinari sempre più innovativi per erogare le migliori cure possibili ai pazienti, in questo caso più piccoli – ha dichiarato il vicepresidente di Regione Lombardia Fabrizio Sala -. Come Regione proseguiamo con grande insistenza nell’aggiornamento di tutte le strumentazioni per far sì che le nostre strutture ospedaliere rimangano le eccellenze che ci invidiano in ogni parte d’Italia e non soltanto".

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Armati e pronti a sparare, tentano di investire un carabiniere: smantellata banda di ladri

  • Incidenti stradali

    Contromano sullo svincolo della Valassina, si schianta contro un'ambulanza: attimi di paura

  • Meteo

    A Monza arriva la neve: ecco le previsioni

  • WeekEnd

    Cosa fare a Monza nel weekend: tutti gli eventi da venerdì 14 a domenica 16 dicembre

I più letti della settimana

  • Concorso Esselunga di Natale: in palio mille iPhone. Come partecipare e come funziona

  • Brianzolo spruzza spray al peperoncino in discoteca e scatena il panico

  • Incidente sull'A8, camion si schianta, sfonda guard rail e finisce nella carreggiata opposta

  • Esausto dalle richieste di soldi per la droga, uccide il figlio: "Venite, l'ho ammazzato"

  • Maxi incidente sull'A4 tra 4 camion e 2 auto: 15km di coda e autostrada chiusa

  • Muggiò, uccide il figlio col pestacarne: poco prima aveva fatto un incidente con la sua auto

Torna su
MonzaToday è in caricamento