Bonifiche e rifiuti, la Regione finanzia interventi dei Comuni: a Nova Milanese 35mila euro

Si tratta di interventi che, anche laddove spettino ai Comuni, devono essere finanziati a livello regionale

Sette milioni di euro dalla Regione Lombardia ai Comuni per bonificare aree contaminate e prevenire pericoli ambientali. Sono stati stanziati con due diverse delibere approvate dalla giunta regionale. Per le bonifiche sono destinati 3,6 milioni, in modo da "aiutare gli enti locali - spiega l'assessore all'ambiente Raffaele Cattaneo - a gestire una problematica oggettiva presente sul territorio come le aree che devono essere sottoposte a bonifica".

E' Buccinasco (Città Metropolitana di Milano) il Comune che riceve più stanziamento per le bonifiche, più della metà del totale ed esattamente 2,4 milioni di euro. 21 mila euro vanno a Rozzano, 35 mila a Nova Milanese (Monza-Brianza). Tra gli altri sette Comuni, citiamo gli oltre 400 mila euro destinati a Oltrona San Mamette (Como) e i quasi 230 mila euro per Redavalle (Pavia).

Per la prevenzione del rischio ambientale sono invece stati stanziati 3,3 milioni di euro. "Vogliamo evitare il verificarsi di fenomeni di pericolo ambientale e inquinamento, soprattutto dovuti alla presenza di rifiuti", spiega ancora Cattaneo. "Spesso le maggiori criticità ambientali riguardano la tipologia di materiale, la rimozione, il conferimento e la necessità di presidi strutturali".

In questo caso sono quattro i Comuni che otterranno lo stanziamento: Pogliano Milanese (Milano) avrà la fetta più grossa con 1,4 milioni di euro. Poi Voghera (Pavia) con 1,1 milioni, Vizzolo Predabissi (Milano) con 593 mila euro e Redavalle (Pavia) con 230 mila euro. Una specifica legge regionale prevede che, in caso di inottemperanza del gestore dell'impianto in esercizio, il provvedimento d'ufficio per l'attuazione delle misure di prevenzione e precauzione necessarie per minimizzare il rischio di contaminazione sia adottato dalla Regione o dalle Province, quali enti competenti all'esercizio delle funzioni amministrative sugli impianti di gestione rifiuti.

Per impianti cessati, non autorizzati o fattispecie non riconducibile agli impianti in esercizio, in caso di emergenze sanitarie o di igiene pubblica a carattere esclusivamente locale, le ordinanze contingibili e urgenti sono adottate dal sindaco, quale rappresentante della comunità locale, ma in entrambi i casi gli interventi sono finanziati dalla Regione.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Milano-Meda, schianto tra auto e camion: grave 45enne

  • Incidente in A4, travolto da un'auto mentre viaggia in bici in autostrada: morto un uomo

  • Caponago, la strada diventa bianca: rintracciato camion autore dello "sversamento"

  • Incendio a Monza, fiamme in un capannone: evacuata una scuola

  • Nuova apertura supermercato Coop a Monza, si cerca personale: ecco le offerte di lavoro

  • Bimba di sei anni sviene mentre è nella vasca e finisce sott'acqua: è gravissima in ospedale

Torna su
MonzaToday è in caricamento