Ecco il torneo di calcio di beneficenza per gli ospedali di Desio e Monza

I fondi verranno donati a Abio Brianza, l’associazione che si occupa dei bambini ricoverati

Immagine repertorio

Quattro squadre in campo a scopo benefico. L’idea parte dalla Asst di Monza che ha organizzato un quadrangolare di calcio per raccogliere fondi a favore di Abio Brianza, l’Associazione Bambino in ospedale, che poi verranno utilizzati nelle strutture che si rivolgono ai più piccoli all’interno dell’ospedale di Desio e dell’ospedale San Gerardo di Monza.

La risposta è stata immediata: circa 80 giocatori, con il coinvolgimento di Fiamma Monza e Aurora Desio, Categoria Esordienti, e di Volontari Abio Brianza contro personale della Asst di Monza; una terna di arbitri, la partecipazione e il patrocinio del Comune di Desio che ha messo a disposizione per una intera mattina lo Stadio Comunale. Ma anche sponsor e benefattori.

"Due gli obiettivi, con denominatore comune lo sport e i bambini — sottolinea il Direttore Generale della Asst di Monza Matteo Stocco —: raccogliere fondi divertendosi per rendere più accoglienti gli spazi che in ospedale accolgono i più piccoli. La manifestazione è ad ingresso gratuito e offerta libera. Con la partecipazione di tutti possiamo fare tanto, basta un piccolo gesto di solidarietà che potrà dare sollievo concretamente a tanti bambini".

"Un’opportunità imperdibile per far conoscere il volontariato della nostra associazione che si rivolge ai bambini ed agli adolescenti in ospedale — aggiunge Susanna Bocceda, Presidente di Abio Brianza —. Con questo evento speriamo di raccogliere fondi per rendere più accoglienti il Pronto Soccorso Pediatrico di Desio e i prossimi centri vaccinali di Monza. Con l’occasione promuoveremo il nostro corso di formazione, che si terrà a gennaio 2019, per inserire nuovi volontari nei reparti in cui operiamo".

La manifestazione, a ingresso libero, si terrà il 10 novembre a partire dalle 9.00.
I primi a scendere in campo saranno i ragazzi e le ragazze delle due squadre di Esordienti, poi i volontari dell’associazione contro la squadra composta da infermieri, medici, personale amministrativo della Asst di Monza.
"C’è grande passione intorno a questo evento. Tutti hanno lavorato con enorme entusiasmo per dare vita a questa iniziativa con l’obiettivo di "prendersi cura" di tanti bambini ricoverati in ospedale: un gioco, un puzzle, la lettura di un libro o semplicemente l’ascolto. È questo quello che fanno, ogni giorno, i volontari di Abio Brianza. Sostenere il loro "lavoro" è il nostro impegno", dichiara l’assessore allo Sport Giorgio Gerosa.

Madrina dell’evento l’assessore allo sport di Regione Lombardia Martina Cambiaghi. 
"Qualche settimana fa sono stata in visita al San Gerardo e durante una riunione mi hanno presentato il progetto della partita benefica a favore di Abio Brianza. La mia risposta è stata immediatamente positiva perché è per me un grande onore poter essere al fianco di questa associazione in un momento sportivo — spiega Martina Cambiaghi, assessore di Regionale Lombardia a Sport e Giovani —. Ringrazio il San Gerardo, il suo Direttore Generale dott. Matteo Stocco ma soprattutto Abio Brianza e i suoi volontari per il prezioso lavoro svolto quotidianamente al fianco dei bambini. Non vedo l’ora del calcio d’inizio della manifestazione e invito tutti i brianzoli a non mancare a questa bella iniziativa".
 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Monza Maestoso ha aperto le porte: ecco il centro commerciale nato dall'ex cinema

  • Concorso di Natale Esselunga: in palio 100 Mini, bracciali in oro con diamanti e iPhone

  • Incidente in tangenziale Est, schianto tra auto e moto: grave 51enne

  • Incidente tra auto e moto in tangenziale Est, morto 51enne al San Gerardo di Monza

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

  • Travolto e ucciso mentre attraversa la strada, muore ragazzo di 23 anni a Carate

Torna su
MonzaToday è in caricamento