Una serata d'arte a Brugherio

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

È stato presentato lo scorso giovedì un progetto destinato a far parlare di sé. Una sinergia che comprende arte, architettura e soluzioni immobiliari e che mette al centro il cliente. La serata di arte e bellezza si è tenuta presso l’atelier dell’architetto Arrigo Baj a Brugherio, nell’hinterland milanese. Baj ha dedicato una vita intera a rendere più belle le nostre case. Un grande amore per l’architettura e la filosofia del design italiano che lo ha spinto ad andare all’estero a migliorarsi, a imparare l’arte del vivere la casa di quei Paesi, oltre le tecniche più innovative. “La mia idea è quella di togliere ogni forma di paura al probabile acquirente e fargli comprendere come una casa fatiscente possa trasformarsi in una nuova realtà – afferma Arrigo Baj - Perché ciò avvenga, si fa una proposta progettuale corredata da disegni realizzati a mano libera e si segue il cliente passo dopo passo in tutte le sue richieste”. Una collaborazione che colpisce per la sua novità e che coinvolge, oltre a Baj, l’immobiliarista Nunzio Fresi e l’artista Ivan Preti. La sinergia tra l’architetto e l’artista è iniziata quattro anni fa: “Ivan lavora a stretto contatto con me per apprendere la filosofia e i segreti nel campo della progettazione architettonica – prosegue Baj - Nel processo di crescita è emerso un amore per la pittura. Pur non abbandonando la strada intrapresa per diventare architetto, Ivan si sta affermando come talento artistico nell’ambito di un nuovo stile pittorico”. La collaborazione tra Baj e l’immobiliarista è, invece, più recente: “Io e Nunzio ci siamo conosciuti in Sardegna a Porto Cervo. Lui che è un immobiliarista si lamentava che non riusciva a vendere delle case molto belle. Io ero appena tornato da un periodo di lavoro in America e avevo scoperto un modo di lavorare completamente nuovo rispetto all’Italia. Abbiamo così deciso di mettere insieme le nostre professionalità a sostegno del cliente”. Ospite d’onore della serata Elisabetta Armiato, già Étoile del Teatro Alla Scala e Presidente di PENSARE oltre Movimento Culturale: “è un piacere per me dare il benvenuto a quest’impresa che attraverso un’estetica altissima emanerà una grande magia. Siamo in un’epoca in cui le novità non vengono molto sostenute. Questi tre professionisti hanno la persistenza e la tenacia necessarie per costruire un successo”. L’arte per impreziosire il valore e la bellezza delle nostre case, rendendole così uniche. Un nuovo corso con l’obiettivo di restituire un’anima alle case.

Torna su
MonzaToday è in caricamento