Ecco perché bisognerebbe andare a dormire alle 20:45

Sono sempre di più, le persone che si svegliano all'alba per dedicarsi un po' di tempo. Per farlo, però, è necessario anticipare l'ora della buonanotte

Foto di Claudio_Scott da Pixabay

Esiste un’ora perfetta per andare a dormire?

Negli ultimi anni si è assistito ad un vero e proprio trend: sono in aumento le persone che, a causa della vita frenetica che ci impegna fino a sera, si svegliano all’alba per avere del tempo per sé. Fitness, lettura, una lunga e rilassante colazione o un buon bagno caldo sono le attività preferite da chi ama svegliarsi molto presto.

Chi volesse fare un tentativo per vivere da super mattiniero, deve però anticipare l’orario della buonanotte: secondo alcuni esperti, se ci si vuole svegliare all'alba l’ora giusta per andare a dormire deve essere anticipata alle 20.45. Trattandosi di un orario in cui di solito si sta cenando, o addirittura si è ancora in giro con gli amici a fare aperitivi, la prima cosa da fare è eliminare dalla mente l’idea di sentirsi fuori luogo, se non si va a letto a notte fonda.

Se ci fermiamo a pensare, possiamo veramente capire che un corpo sveglio da 14-15 ore, con alle spalle una giornata di lavoro e magari anche due ore di sport, non può essere pienamente efficiente. Quindi perché trattenerci di fronte ad un film o davanti allo smartphone fino alle due di notte? La colpa di questo atteggiamento è da attribuire alla FOMO (fear of missing out, tradotto "paura di perdersi qualcosa"), un’ansia sociale che ci spinge a dimostrare di avere una vita piena e felice. Non sarebbe meglio cominciare ad andare a letto quando il nostro corpo e la nostra mente ne hanno bisogno, senza dover dimostrare nulla a nessuno?

E se un cambiamento così drastico vi fa paura, il consiglio è di anticipare gradualmente l’ora in cui posare il viso sul cuscino, ad esempio andando a letto alle 21.30. All’inizio sarà dura riuscire ad addormentarsi ma, grazie a gesti che conciliano il sonno come la lettura, tutto sarà più semplice. La sensazione dei primi giorni sarà quella di perdervi qualcosa, ma vi basterà poco per sentirvi molto più riposati, più in forma e più produttivi. Rimandare a sera i fatidici momenti da dedicare a noi stessi è del resto un errore: succederà sempre qualcosa che ci imperdirà di farlo. Ecco dunque che il momento migliore è proprio la mattina, nello specifico le primissime ore. 

Cosa costa in fondo provare? Magari, vi accorgerete davvero che le giornate sembreranno molto più produttive, e che avrete più tempo per voi stessi.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Concorso Esselunga, otto Mini vinte nei supermercati di Monza e Brianza

  • Cercano di accoltellare Brumotti in centro a Monza: salvato dal giubbotto antiproiettile

  • Follia a Sesto: mamma si lancia col furgone contro la caserma dopo l'arresto del figlio

  • Incidente in A4, travolto da un'auto mentre viaggia in bici in autostrada: morto un uomo

  • Maxi controllo in Brianza, 70 auto fermate in poche ore: multe e patenti ritirate per l'alcol

  • Precipita nel vuoto da una cascata di ghiaccio: Lorenzo muore sotto gli occhi dei suoi amici

Torna su
MonzaToday è in caricamento