A Bernareggio nascono due nuove strutture dedicate ad anziani e categorie fragili con la collaborazione del comune

Al via una grande novità destinata ad arricchire l’offerta sanitaria locale brianzola: da marzo, saranno operative RSA Machiavelli 1 e 2, le due nuove strutture dedicate agli anziani a opera del Gruppo La Villa e del Comune di Bernareggio.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Al via una grande novità destinata ad arricchire l’offerta sanitaria locale brianzola: da marzo, saranno operative RSA Machiavelli 1 e 2, le due nuove strutture dedicate agli anziani a opera del Gruppo La Villa, realtà toscana che conta all’attivo 26 strutture in 5 regioni d’Italia, di cui ben 10 con sede nel territorio lombardo. Le due RSA sono nate con la collaborazione del Comune di Bernareggio e vanno a costituire, così, non solo un efficace sistema di risposte ai bisogni delle categorie più fragili e delle loro famiglie grazie ad ambienti terapeutici unici sul territorio, ma danno voce a un importante progetto di riqualificazione a livello edile ed architettonico della zona. Il via alle attività: familiari e Comune in struttura il 19 marzo Entrambe le strutture sono state rese operative nella mattina di martedì 19 marzo, giorno in cui è avvenuto l’ingresso dei primi ospiti e delle loro famiglie: ad accoglierli, con una certa emozione, tutto lo staff e team di RSA Machiavelli 1 ed RSA Machiavelli 2, oltre al Sindaco e gli Assessori Comunali; per l’occasione inoltre è stato organizzato un piccolo rinfresco di benvenuto, ad accompagnare questo momento di conoscenza e confronto. Tuttavia, il taglio del nastro ufficiale avverrà tra un paio di mesi, a maggio, in una nuova giornata speciale di festa aperta e indirizzata alla stampa, all’intera comunità di Bernareggio, e alle Istituzioni. RSA Machiavelli 1 e Rsa Machiavelli 2: un progetto di edilizia sanitaria all’avanguardia, e cure innovative uniche sul territorio Le due strutture - attigue, ubicate in posizione di pregio, a due passi dal centro del paese di Bernareggio e al contempo immerse nella verde campagna brianzola - sono frutto di un’accurata riqualificazione di un edificio preesistente di 4 piani, in pieno contesto residenziale: un complesso realizzato secondo canoni di edilizia sanitaria all’avanguardia, con materiali e rifiniture di altissima qualità, per ambienti moderni, accoglienti e luminosi. Non solo qualità dell’edilizia ma anche, e soprattutto, qualità di servizio, grazie agli approcci di cura caratterizzati da professionalità e umanità: entrambe le strutture si avvalgono infatti di équipe multidisciplinari altamente qualificate, per garantire ai propri ospiti una vita comunitaria ricca di occasioni, grazie a team di operatori capaci di fornire cure sanitarie, riabilitative e ricreative ad hoc in un ambiente accogliente, sicuro e familiare, dove gli ospiti possono sentirsi come a casa. In questo panorama si colloca poi la “stanza multisensoriale” di Rsa Machiavelli 1, già presente in molte strutture del Gruppo: un ambiente di cura innovativo, uno spazio sicuro, ricco di stimoli visivi e tattili per calmare stati di agitazione, coadiuvando in maniera positiva la terapia farmacologica, per dare serenità e tranquillità alle categorie più fragili, come pazienti Alzheimer o pazienti affetti da Demenza Senile e malattie degenerative affini a queste. Le dichiarazioni del sindaco di Bernareggio, Andrea Esposito “Da troppo tempo Bernareggio subiva il degrado di quello scheletro di pilastri e cemento. Ora il nuovo complesso, illuminato e vivo, ha riqualificato l’intero quartiere: un importante risultato per il paese e per il benessere dei cittadini che vivono in quella zona. Sappiamo bene quanto nella nostra provincia la domanda di ricoveri in strutture assistenziali sia molto superiore rispetto all’offerta: l’attesa per l’accesso alle RSA del territorio può durare anni. Spesso i nostri concittadini hanno difficoltà a trovare assistenza per i propri cari, non più autosufficienti. Perciò, quando ci è stato presentato il progetto di riqualificazione e progettazione di due RSA, abbiamo accolto con favore la proposta del Gruppo La Villa, individuando il percorso burocratico più sostenibile a norma di legge. Importante, poi, è stato il lavoro di collaborazione con il Gruppo: con la convenzione urbanistica, approvata in Consiglio Comunale a luglio 2018, abbiamo dato il via ai lavori e siamo riusciti a riservare ai cittadini di Bernareggio uno sconto per l’accesso alle strutture. I residenti a Bernareggio infatti, per un massimo di 15 posti, possono accedere ad uno sconto del 10% sulla retta giornaliera, iscrivendosi alla lista d’attesa comunale. Le due nuove RSA porteranno quindi nuove opportunità per i cittadini di Bernareggio: sia in termini assistenziali, con una struttura a disposizione vicina ai propri cari, sia in termini occupazionali poiché le due strutture necessitano di personale.” Approcci assistenziali innovativi e incentrati sulla persona: le dichiarazioni di Lisa Ambrosini, responsabile di struttura Nuove, moderne e all’avanguardia, non solo dal punto di vista architettonico ma anche da quello assistenziale. Infatti, come spiega Lisa Ambrosini - responsabile di RSA Machiavelli 1 & 2 - entrambe le strutture si avvalgono di un modello assistenziale specifico ma, soprattutto, innovativo,e che prevede innegabili punti di forza: “dal favorire il risveglio naturale, impostando la giornata sulla flessibilità dei programmi assistenziali, ponendo l’ospite al centro nel lavoro di cura in spazi dal setting familiare; fino a incrementare la spontaneità nella socializzazione e nella comunicazione, andando a conoscere non solo la storia clinica ma anche quella biografica di ogni persona, costruendo alleanze terapeutiche efficaci e umane”.

Torna su
MonzaToday è in caricamento