Brianza, appuntamento con Terrestra 2020, festival delle arti e delle culture ambientali

Eventi e laboratori per bambini, ma anche musica, arti visive, escursioni e performance per il festival organizzato da Bloom e dedicato alle tematiche ambientali che si svolgerà nei luoghi più suggestivi della Brianza dal 21 marzo al 19 aprile 2020. Attiva su Produzioni dal Basso una campagna di crowdfunding per contribuire alla realizzazione della kermesse.

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Le piazze e i luoghi d'interesse più suggestivi della Brianza saranno la cornice entro la quale, dal 21 marzo al 19 aprile 2020, si svolgerà Terrestra 2020, il festival organizzato da Bloom - centro multiculturale di Mezzago (MB) - per costruire occasioni, spazi e spunti per riflettere sulle tematiche ambientali. Una collezione di eventi, dal cinema alle passeggiate nel verde, dai laboratori per bambini alle conferenze e presentazioni, dagli spettacoli dal vivo agli incontri con scrittori e ricercatori – per parlare dei temi più scottanti del nostro tempo, non dimenticandoci di cosa accade nei territori che ci sono più vicini. Tema di quest'anno sarà il concetto di "Antropocene", ossia l'epoca geologica attuale: il festival avrà appunto l'obiettivo di indagare quali rapporti sono immaginabili tra uomo e natura, dando vita a un’operazione di tessitura culturale, in grado di far emergere una proposta variegata nelle sue forme di espressione, ma allo stesso tempo coesa nei contenuti e fondata su un contatto diretto con il territorio. La quasi totalità degli eventi del festival saranno a ingresso libero, nell'ottica di promuovere l'accessibilità della cultura e dei suoi spazi. Benché Terrestra 2020 sia un progetto finanziato parzialmente con il supporto di Fondazione di Comunità Monza e Brianza e di vari partner del settore pubblico e privato del territorio, rimangono ancora diverse spese da coprire, tra cui rimborsi per artisti, cachet, spese di viaggio dei relatori, noleggio attrezzature e service. Per questo motivo è stata lanciata una campagna di raccolta fondi su Produzioni dal Basso, prima piattaforma italiana di crowdfunding e social innovation; chi sceglierà di contribuire al progetto riceverà in cambio ricompense speciali, dalla possibilità di degustare un menu tipico (e sostenibile) nel meraviglioso Palazzo Archinti di Mezzago ai gadget dedicati all'evento. Per maggiori informazioni: https://www.produzionidalbasso.com/project/terrestra-2020-avviso-ai-naviganti/

Torna su
MonzaToday è in caricamento