Carate Brianza: aperta la nuova sede di c2t, hub dell’innovazione tecnologica per le Pmi

Inaugurata in via Marengo la nuova sede brianzola del Consorzio per il Trasferimento Tecnologico C2T, realtà innovativa nell’ambito della Ricerca & Sviluppo, specialmente nel settore scientifico-tecnologico, che porterà a un rafforzamento delle sinergie con le altre aziende insediate nel territorio.Sempre aperta la ricerca di talenti d’eccellenza in ambito tecnico-scientifico e finanziario

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Un solido principio: la valorizzazione del territorio brianzolo e del suo tessuto imprenditoriale, attraverso una base operativa di riferimento per il mercato locale, ma anche italiano ed estero. Su questo si basa l’apertura, avvenuta da alcune settimane, della nuova sede del Consorzio no-profit C2T a Carate Brianza. A stimolare questa scelta da parte della realtà consortile milanese, attiva nel campo della ricerca e del trasferimento tecnologico, la storica presenza nel comune brianzolo di diverse imprese che hanno contribuito alla costituzione del Consorzio e che hanno valorizzato in loco risorse umane ed economiche. La scelta di avere una nuova sede a Carate ha così permesso che si andasse a costituire nel cuore della Brianza un punto di accesso facilitato per le imprese al mondo dell’innovazione, della tecnologia e della ricerca. L’apertura della nuova sede di via Marengo accompagna e sottolinea la continua crescita di C2T su molteplici fronti: dall’integrazione di risorse di talento fortemente motivate, all’aumento del proprio impegno sul mercato attraverso investimenti e strategie che possano essere vincenti rispetto ai futuri scenari disegnati dalla mutevole situazione economica e dall’evoluzione della tecnologia. «In linea con la filosofia di impresa sociale che muove C2T – spiega l’amministratore Amir Topalović, 34 anni – se da un lato con l’apertura della nuova sede vogliamo essere sempre più vicini ai nostri clienti, dall’altro vogliamo anche dare maggiori opportunità a personale altamente qualificato di lavorare con rapporti di lavoro stabilizzati e allo stesso tempo limitare il problema del turnover. Il Consorzio è infatti sempre interessato a conoscere nuovi talenti, dal mondo della ricerca e non, per sviluppare ulteriormente il proprio organico. Le aree disciplinari più di nostro interesse sono quelle di ambito scientifico, tecnologico e finanziario, ma siamo aperti a valutare risorse con differenti background che possano apportare un contributo significativo alla nostra mission.» Affacciata sulla SS36, la sede caratese di C2T è un luogo dove flessibilità e collaborazione si combinano con la cultura aziendale del Consorzio orientata all'innovazione tecnologica e all'attenzione alla persona. L’ambiente interno è infatti molto vivibile, grazie anche alle pareti completamente in vetro realizzate da Extravega di Paderno Dugnano (azienda fortemente innovativa specializzata in ambienti di design su misura), nella convinzione che i luoghi di lavoro, dove le persone passano la maggior parte della propria giornata, debbano saper coniugare funzionalità e comfort, essendo l'ufficio anche luogo di socialità oltre che produttivo. «Con questa nuova apertura – afferma il direttore generale Gualtiero Cortellini, 36 anni – vogliamo essere sempre più vicini ai nostri clienti, ai partner e ai cittadini del territorio. Il Consorzio ha registrato una crescita strutturale e un rapido sviluppo che hanno presto reso necessaria la ricerca di una nuova sede in Brianza, che si affianchi a quella milanese e a quella catanese. La scelta di aprire i nuovi uffici di Carate è strettamente collegata alla nostra mission, in un’ottica di rafforzamento dell’identità di una comunità industriale, quella brianzola, caratterizzata da grande visione e concretezza, creatività, sperimentazione, innovazione.» CHI È IL CONSORZIO C2T Il Consorzio per il Trasferimento Tecnologico C2T nasce nel 2012 a Milano, con lo scopo di fornire supporto alle imprese nell’elaborazione di progetti in materia di Ricerca & Sviluppo. Il trasferimento tecnologico è un’attività di collegamento che permette di trasferire conoscenze, tecnologie, competenze, metodi di fabbricazione e servizi dall’ambito dello studio e della ricerca a quello del mercato, al fine di trasformare le idee innovative in realtà. Esso quindi garantisce che gli sviluppi scientifici e tecnologici siano accessibili a una vasta gamma di utenti. L’obiettivo di C2T è infatti quello di favorire e incentivare l’innovazione presso le aziende di tutte le dimensioni, supportando al contempo i ricercatori che vogliono spendere la loro competenza anche al di fuori del mondo accademico. Per fare questo, il Consorzio ha creato anche un innovativo strumento per promuovere l’integrazione dei ricercatori nelle imprese tramite un rapporto diretto e personale fra le parti, Find Your Doctor. La startup innovativa è stata concepita ad hoc in risposta a due principali problematiche: la difficile transizione dei ricercatori fuori dall’accademia, resa necessaria dall’impossibilità per le università di assorbire tutte le risorse che forma, e la difficoltà delle imprese (soprattutto PMI) nel fare innovazione.

Torna su
MonzaToday è in caricamento