Le piante da interni che non hanno bisogno di luce

Ti piacerebbe creare un angolo verde dentro casa, ma sei spesso fuori e temi che le tue piante non ricevano abbastanza luce? Niente paura: esistono alcune specie che sopravvivano lo stesso, e lo fanno alla grande

Amate avere le piante in casa, ma non avete la possibilità di far arrivare loro abbastanza luce? Niente paura, grazie ad alcuni tipi di piante non dovrete rinunciare a dare un tocco green al vostro appartamento, e riuscirete ad abbellire gli ambienti poco luminosi purificandone l’aria.

Le piante da interno, infatti, possiedono caratteristiche uniche, che permettono di migliorare l’aria eliminando tossine, agenti chimici e cancerogeni.

Ma quali sono le 5 specie che non hanno bisogno di molta luce, e che ben si prestano dunque anche a chi trascorre molte ore fuori casa e non può lasciare spesso le tapparelle sollevate.

La Zamia

Bisognosa di pochissime cure, e con una crescita velocissima, la Zamia è una sempreverde perfetta per essere inserita in contesti architettonici moderni. Incline ai ristagni idrici, necessita di temperature superiori ai 16°C e regala diverse fioriture durante l’anno. Per quel che riguarda l’annaffiatura, si consiglia di darle molta acqua durante la primavera, e meno nelle altre stagioni dell’anno.

La Calathea

Originaria del Sud America, e appartenente alla famiglia delle Marantaceae, la Calathea è molto apprezzata per il design decorativo delle sue stupende foglie. Essendo una pianta che in natura cresce nell’ombra della fitta foresta amazzonica, vive benissimo in condizioni di luce ridotta.

La Chamaedorea

Della famiglia delle Arecaceae, e originaria del Messico meridionale, la Chamaedorea (o Camaedorea) viene definita una palma nana, ed è considerata una tra le piante da interno più resistenti. Capace di crescere fino ad un metro d’altezza e di diventare molto rigogliosa, resiste a qualsiasi clima e temperatura ma una temperatura di 18°C, una di mezza ombra e un terriccio molto fertile sono le condizioni ottimali in cui tenerla.

Il Filodendro

Il Filodendro (o Philodendron) è tra le piante d’appartamento più diffuse in Italia e in Europa. Appartenente alla famiglia delle Aracecae, è una pianta tropicale che in natura cresce sugli alberi delle foreste, ragione per cui non sopporta la luce diretta del sole. Di questo esemplare se ne contano circa 300 specie, e tutte possiedono radici aeree e foglie molto grandi. 

L’Aspidistra

Crescendo senza problemi in ambienti dove c’è poca umidità e scarsa luce naturale, l’Aspiditstra è perfetta per essere posizionata in ambienti freschi come sottoscala, balconi o verande. Se la si mette in ambienti con eccessiva esposizione solare, al contrario, potrebbe manifestare problemi di salute presentando bruciature sulle foglie.

Potrebbe interessarti

  • La scopa elettrica senza fili conviene per davvero?

I più letti della settimana

  • La scopa elettrica senza fili conviene per davvero?

  • Casa piccola? Gli errori da non fare quando la si arreda

  • Come realizzare un giardino sensoriale per bambini

  • Quali sono i piccoli elettrodomestici da cucina più usati e quando servono

Torna su
MonzaToday è in caricamento