Evitare i furti in casa grazie a 10 utili consigli

Specie se si abita al primo piano, ci sono piccoli accorgimenti che possono tenere lontani i malitenzionati. Eccone 10, per difendersi dai furti (o almeno per provare a faro)

Foto di Manfred Antranias Zimmer da Pixabay

I furti nelle abitazioni sono in continua crescita e, per questo motivo, Assiv (Associazione italiana vigilanza e servizi fiduciari) e Italpol Vigilanza hanno deciso di stilare una lista di 10 consigli utili a proteggersi contro i ladri d’appartamento.

Con un occhio di riguardo agli appartamenti al piano terra e agli attici vediamo insieme punto per punto il decalogo della sicurezza.

1. La porta di accesso all’appartamento deve assolutamente essere blindata in classe di sicurezza elevata, e le sue serrature devono venire chiuse completando tutte le mandate. Si consiglia dunque di consultare un professionista per la scelta del modello più indicato.

2. Verificare sempre che in zona serrature e cerniere della porta blindata non ci siano segni di effrazione, in quanto potrebbe voler dire tentativo non riuscito con possibile ritorno da parte dei malintenzionati.

3. Se si abita ai primi piani o in attici, è consigliabile installare delle inferiate a porte e finestre.

4. In fase di scelta e montaggio delle grate, assicurarsi che la loro conformazione non dia la possibilità ai ladri di usarle come scale per arrampicarsi ai piani superiori.

5. L’impianto d’allarme, oltre che proteggere infissi e locali interni della casa, deve essere periferico, in modo da proteggerne anche il perimetro, e possibilmente installato da ditte specializzate.

6. L’ impianto d’allarme periferico va installato in modo che si azioni prima che i ladri entrino in casa, quindi lontano dai punti di accesso. Posizionare nel vicino raggio delle sue cellule oggetti che obblighino gli intrusori a spostarli, in modo da far suonare l’allarme prima che si avvicinino alla casa.

7. Collegare l’allarme ad un vicino centro di vigilanza o alle forze dell’ordine. 

8. Il sistema d’allarme deve entrare in funzione immediatamente dopo lo scasso, e deve avere un impatto acustico molto alto, così da spaventare i ladri.

9. L’impianto d’allarme deve essere regolarmente sottoposto a manutenzione, in quanto il suo cattivo funzionamento non solo faciliterebbe la vita ai malintenzionati ma, suonando troppe volte a vuoto, rischierebbe di non venire preso seriamente in considerazione da chi deve intervenire.

10. Assicurarsi che tutti i condomini chiudano regolarmente porte e cancelli d’accesso alle scale e all’interno dello stabile. Se si hanno cancelli automatici e chiusura del box basculante assicurarsi sempre che ne avvenga la corretta chiusura prima di allontanarsi.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come eliminare i pesciolini argentati dalle nostre case

  • Come fare il cambio armadio in 7 step

  • Come pulire le parti più difficili della casa, dalle persiane ai termosifoni

Torna su
MonzaToday è in caricamento