menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Agrate, presidio davanti alla Intercos. 146 posti a rischio nella sede di Limbiate.

I dipendenti dell'azienda di cosmetici si sono radunati presso la sede centrale di Agrate Brianza per protestare contro il ventilato taglio dei 146 posti dello stabilimento di Limbiate.

Agrate Brianza, i dipendenti della Intercos protestano contro la chiusura della filiale di Limbiate.

AGRATE BRIANZA - Dopo l’incontro con Provincia e sindacati svoltosi dieci giorni fa, i lavoratori della Intercos tornano a farsi sentire.

Lunedì mattina, in occasione dello sciopero di otto ore, i dipendenti della Interfila hanno presidiato la sede centrale dell’azienda in via Marconi ad Agrate Brianza . L’obiettivo è noto: scongiurare il taglio dei 146 posti di lavori dello stabilimento di Limbiate destinato alla  chiusura.

Un altro appuntamento decisivo è fissato per mercoledì 12 giugno con l’incontro con Confindustria.
 
La decisione di chiudere la filiale limbiatese sembra ormai irremovibile e, a detta dei sindacati, il futuro dei 146 lavoratori è ancora incerto e per certi versi preoccupante.
Circa sessanta sarebbero ricollocati presso la sede di Crema mentre per gli altri si profilerebbe un periodo di mobilità o cassa integrazione straordinaria di 24 mesi.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    Torna su