Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Maxi blitz contro la 'Ndrangheta: arrestato anche il sindaco di Seregno Edoardo Mazza

 

Infiltrazioni mafiose in politica e nel mondo dell'imprenditoria in Lombardia. A partire dall'alba di martedì è in corso una maxi operazione contro la 'Ndrangheta tra le province di Monza e Brianza, Milano, Como, Pavia e Reggio Calabria.

Nell'ambito dell'attività condotta dai Carabinieri del Comando Provinciale di Milano, sono stati eseguiti tre provvedimenti applicativi di misure cautelari personali emessi nei confronti di 27 soggetti dal G.I.P. del Tribunale di Milano – Dott. Marco Del Vecchio, su richiesta delle Dottoresse Ilda Boccassini, Alessandra Dolci e Sara Ombra della locale Procura Distrettuale Antimafia, e dal G.I.P. del Tribunale di Monza – Dottoressa Pierangela Renda, su richiesta dei Dott. Luisa Zanetti, Salvatore Bellomo e Alessandra Rizzo della Procura della Repubblica di Monza.

L'indagine ha portato alla luce presunte infiltrazioni della 'ndrangheta in Lombardia nel mondo dell'imprenditoria e della politica. Tra i destinatari delle misure cautelari (21 in carcere, 3 agli arresti domiciliari e 3 misure interdittive della sospensione dall’esercizio di un pubblico ufficio o servizio) c'è anche il sindaco del comune di Seregno, Edoardo Mazza che al momento si trova agli arresti domiciliari.

LEGGI L'ARTICOLO

L’attività trae origine dagli approfondimenti avviati nel 2015 dal Nucleo Investigativo del Comando Provinciale Carabinieri di Milano sui noti summit di ‘ndrangheta tenutisi a Legnano (MI) e a Paderno Dugnano (MI), già oggetto di indagini nell’ambito dell’operazione “Infinito”.

Potrebbe Interessarti

Torna su
MonzaToday è in caricamento