Violenta lite familiare, genitori chiamano i CC: il figlio in manette

Una serata triste per una coppia di genitori costretti a chiamare le forze dell'ordine per difendersi dal figlio. All'arrivo dei militari, il giovane non ci ha visto più e ha aggredito anche loro

Il govane ha aggredito anche i militari

CAVENAGO - Una lite familiare che poteva finire male, tanto da costringere i genitori a chiamare i carabinieri.  Questi i contorni di quanto accaduto domenica sera a Cavenago, quando i militari della stazione di Bellusco sono stati chiamati dai genitori di L.N. ventenne nato in Nordafrica, nullafacente.  Il giovane, tossicodipendente e pluripregiudicato, ha  costretto i genitori a chiedere l'aiuto delle forze dell'ordine. Giunti sul posto, i militari hanno cercato di riportare la calma, ma per tutta risposta hanno ricevuto calci e pugni tanto che uno è rimasto lievemente ferito. E' stato necessario immobilizzare forzatamente il ragazzo, che è stato trasportato in carcere a Monza in attesa di rito direttissimo.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I luoghi (che non tutti conoscono) dove fare il bagno in Lombardia

  • Brugherio, incendio nella notte nella pizzeria Lo Stregone: tre famiglie evacuate

  • Coronavirus, un solo nuovo contagio a Monza: sindaco incontra i gestori dei locali

  • Giovani ragazze costrette a prostituirsi in un club privato a Varedo: sette arresti

  • Spostamenti fuori regione, la Lombardia rischia di restare "chiusa" altre due settimane

  • Monza, è morta Rossana Lorenzini, la mamma di Pippo Civati

Torna su
MonzaToday è in caricamento