Brugherio, aggressione con ascia: domiciliari per gli imputati

Il Tribunale ha condannato i quattro uomini coinvolti nella lite condominiale con ascia in via Marsala del 26 luglio agli arresti domiciliari, tutti nello stesso condominio

Scoppia la lite nel condominio, spunta un’ascia, tre uomini sono feriti e la faccenda finisce in Tribunale.

Il processo per la lite del 26 luglio nel palazzo di Via Marsala a Brugherio termina con la condanna per tutti gli imputati degli arresti domiciliari.

Ognuno nel proprio appartamento, piani e scale diversi ma tutti a pochi metri di distanza l’uno dall’altro. La difesa ha optato per il patteggiamento davanti al giudice e i quattro uomini, due italiana, padre e figlio, uno ultrasessantenne e l’altro 38enne, e due fratelli marocchini, coinvolti nell’aggressione hanno ottenuto pene dai 6 mesi a un anno.

La lite, che poteva avere conseguenze ben più drammatiche e che ha fatto tremare l’intero quartiere per un giorno, è stata equiparata a tanti altri casi di rissa e così anche le condanne inflitte.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Monticello: trovati i due giovani che si sono schiantati sulla rotonda a 160 km/h

  • Bimba di 10 anni di Villasanta muore in un incidente mentre è in vacanza con i genitori in Tunisia

  • Grave incidente a Monza di ritorno dopo motoraduno, l'appello: "Aiutateci a trovare il nostro angelo custode"

  • Niente più code per la scelta del medico di base e per le esenzioni: ecco il numero per le prenotazioni

  • Incidente stradale a Varedo, uomo investito e soccorso in codice rosso

  • Tragedia in un'azienda a Casatenovo, operaio muore all'alba

Torna su
MonzaToday è in caricamento