Sorpreso con la droga: marocchino arrestato dopo un inseguimento nei campi

L'uomo, 30 anni, aveva 100 g di cocaina e 50 di hashish. Per fuggire dai poliziotti ha provato ad allontanarsi anche a piedi

E' stata la collaborazione tra la Polizia Locale di Cornate d'Adda e la Polizia di Stato di Monza che sabato pomeriggio ha reso possibile l'arresto di uno spacciatore marocchino sorpreso con la droga in auto. 

I poliziotti dell'ufficio Immigrazione del commissariato di Monza nel pomeriggio del 23 gennaio erano nella cittadina per effettuare degli accertamenti in zona quando hanno ricevuto una chiamata di intervento da parte dei colleghi della polizia locale che, poco distante, avevano appena fermato un'auto sospetta e chiedevano supporto. Quando i poliziotti sono arrivati hanno dovuto fronteggiare il tentativo di fuga dell'uomo che stava tentando di allontanarsi a bordo dell'utilitaria sul quale era stato fermato e dove nascondeva 100 g di cocaina e 50 g di hashish. 

Il presunto pusher, E.O.D., 30enne marocchino, regolare sul territorio, ha premuto sull'acceleratore e ha tentato la fuga. La volante dei poliziotti lo ha incalzato fino a che, poco lontano, a ridosso di alcuni campi il marocchino non ha abbandonato la vettura e ha scelto di proseguire a piedi.

Nonostante la folle corsa però i poliziotti lo hanno raggiunto e per lui sono scattate le manette per detenzione di sostanza stupefacente ai fini di spaccio e resistenza a pubblico ufficiale. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Milano-Meda, schianto tra auto e camion: grave 45enne

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Caponago, la strada diventa bianca: rintracciato camion autore dello "sversamento"

  • Incendio a Monza, fiamme in un capannone: evacuata una scuola

  • Nuova apertura supermercato Coop a Monza, si cerca personale: ecco le offerte di lavoro

  • L'Esselunga di via Buonarroti cresce: per il comune un milione e un parcheggio al Brianteo

Torna su
MonzaToday è in caricamento