Ladri sorpresi in azione dalla polizia: scovato anche il "covo" dei malviventi

I poliziotti del commissariato di viale Romagna prima hanno stanato i tre ladri intenti ad arrampicarsi su un balcone poi hanno rintracciato il loro nascondiglio

La merce rubata sequestrata nel "covo" dei malviventi

Si sono dovuti arrampicare su un terrazzo i poliziotti per stanare e arrestare una banda di ladri albanesi che mercoledì erano entrati in azione a Monza, in uno stabile di via Guerrazzi.

Qui, approfittando dell’assenza dei proprietari, i malviventi avevano raggiunto il terrazzo di un appartamento situato al secondo piano e avevo provato a forzare la finestra per introdursi all’interno. Fortunatamente la scena non è passata inosservata a qualche residente che ha immediatamente dato l’allarme al commissariato di Polizia di Stato di viale Romagna. I poliziotti, appena sono giunti sul posto, hanno individuato il “palo” della banda che alla vista delle volanti ha fischiato per avvisare i complici.

Fischiettare però non è bastato ai ladri per evitare le manette. Sul terrazzo gli agenti hanno raggiunto gli altri due malviventi che tentavano di nascondersi dai poliziotti accovacciandosi in un angolo. Sempre sul balcone i due avevano nascosto un paio di guanti neri, occultati sotto una fioriera, e un cacciavite fatto sparire nella terra di un vaso. Con quell’arnese i topi d'appartamento avevano appena iniziato a scassinare la portafinestra del terrazzo per introdursi nell’abitazione. Addosso a uno dei malviventi gli agenti hanno rinvenuto 650 euro in contanti, probabilmente il provento di un furto precedentemente consumato in zona. Per i tre, tutti albanesi, è scattato l’arresto per tentato furto aggravato. I poliziotti però non si sono fermati lì e hanno voluto effettuare ulteriori accertamenti per rintracciare il covo dei malviventi dove, con tutta probabilità, i ladri “di professione” nascondevano altra merce trafugata. Nonostante i tre avessero dichiarato di essere “senza fissa dimora” durante gli accertamenti svolti subito dopo nell’area di via San Donato il personale del commissariato è riuscito a risalire al loro nascondiglio.

Le ricerche erano state circoscritte in quella zona perché proprio qui, qualche tempo fa uno dei tre ladri, A.E., 27 anni, era stato fermato in possesso di merce rubata. Gli agenti in borghese, mostrando le sue foto nella zona hanno incontrato un uomo che ha dichiarato di aver dato ospitalità nella sua abitazione di via San Donato 30 al ragazzo. Una volta raggiunto il “covo” i poliziotti hanno bussato a lungo senza ottenere risposta. Per accedere al nascondiglio gli agenti hanno dovuto arrampicarsi con una scala fino alle finestre dell’appartamento dove, insieme a un notevole bottino trafugato, hanno trovato anche il fratello del 27enne arrestato poco prima.

furti-2

furti-3

Potrebbe interessarti

  • La scopa elettrica senza fili conviene per davvero?

  • Il colore di capelli più cool dell’estate? È l’Icy White

  • Casa piccola? Gli errori da non fare quando la si arreda

  • Dove dormire in una casa sull’albero, a meno di due ore da Monza

I più letti della settimana

  • Grosso incendio alla stazione di Monza: fumo in tutta la zona

  • Incidente mortale a Seveso: muore ragazzo di 18 anni

  • Incidenti, violento schianto auto-moto: gravi un 17enne e una 13enne

  • Tempesta di chiamate e sms la ex: poi si presenta sotto casa sua con un coltello

  • Accoltellato dal figlio violento durante l'ennesima lite: arrestato studente di vent'anni

  • Ubriaco fradicio mentre lavora, provoca 3 incidenti e poi scappa

Torna su
MonzaToday è in caricamento