Atti persecutori e maltrattamenti in famiglia, la polizia interviene a Monza e Vimercate

A un 33enne a Vimercate gli agenti del commissariato di Monza hanno notificato un divieto di avvicinamento mentre per un 23enne monzese è scattato l'arresto

Atti persecutori, stalking e maltrattamenti in famiglia. Negli ultimi giorni i poliziotti del commissariato di Monza sono stati impegnati a notificare a un uomo, domiciliato a Vimercate, un divieto di avvicinamento e ad arrestare un 22enne responsabile di maltrattamenti ai danni dei familiari.

Nel primo caso, gli agenti hanno notificato a C.P, 33 anni, italiano, la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi frequentati dai parenti vittime di atti persecutori, residenti in provincia. Oltre al divieto di avvicinamento, l'uomo, che da oltre un anno, dal giugno 2017, si sarebbe reso responsabile del reato di stalking, non potrà in alcun modo domunicare con i familiari.

Nella giornata successiva invece gli agenti sono intervenuti a Monza dove è stata data esecuzione a una misura di custodia cautelare in carcere nei confronti M.S.A, 23 anni, responsabile di continui e ininterrotti maltrattamenti nei confronti dei familiari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Il giovane, italiano, è stato accompagnato in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al San Gerardo 20 ventilatori polmonari grazie alla donazione della famiglia Fumagalli

  • Coronavirus, a Monza e Brianza 2.462 casi di Covid-19: 100 in più in un giorno

  • Coronavirus, ecco l'applicazione per il cellulare: "Vi chiediamo di scaricarla tutti"

  • Negli ospedali lombardi oggi più dimessi che ricoverati: in Brianza 90 nuovi casi

  • Monza, fingono di fare la spesa insieme per vedersi: scatta la maxi multa

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Monza e in Lombardia: le prime previsioni

Torna su
MonzaToday è in caricamento