Spacciatore scappa dai carabinieri con 123 dosi di "coca", inseguimento e arresto a Burago

Arrestato un uomo di 41 anni di origine marocchina

La droga e i contanti sequestrati

Ha visto i carabinieri avvicinarsi e non ha esitato: è saltato giù dalla sua moto ed è scappato via a piedi, senza abbandonare il suo marsupio. La fuga però è durata poco. 

Giovedì pomeriggio a Burago di Molgora i carabinieri della compagnia di Vimercate hanno arrestato un pusher di origine marocchina di 41 anni, residente a Cassina de' Pecchi. Dopo aver notato l'uomo fermo a bordo di uno scooter di grossa cilindrata, la gazzella dell'Arma, impegnata in un controllo sul territorio, ha deciso di fermare il motociclista per un accertamento. 

Il 41enne però appena ha visto gli uomini in divisa ha abbandonato il mezzo e ha iniziato a correre all'impazzata per le vie del comune brianzolo, inseguito dai due carabinieri che erano di pattuglia. Fermato poco dopo, l'uomo è finito nei guai: nel marsupio che teneva a tracolla e non ha mai abbandonato custodiva 123 dosi di cocaina pronte per essere vendute insieme a 900 euro in contanti probabile provento dell'attività di spaccio. La sostanza stupefacente è stata sequestrata e, secondo quanto ipotizzato dai militari, la cocaina era destinata al Vimercatese. L'uomo si trova ora in carcere.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento