Spacciatore ricercato gira in Porsche: arrestato al bar

L'arresto a Carate Brianza in un bar

Immagine di repertorio

Su di lui pendeva una condanna a un anno e quattro mesi per detenzione di stupefacenti. Ma James G., 40 anni, già noto alle forze dell’ordine, per un anno ha continuato a fare la vita di sempre. Senza preoccuparsi di essere ricercato.

Quando mercoledì sera gli uomini del capitano Danilo Vinciguerra lo hanno sorpreso in uno dei più noti bar di Carate Brianza, lo spacciatore non ha fatto una piega. Senza muovere un muscolo del viso, si è lasciato ammanettare dai militari, che lo hanno portato in carcere a Monza. Il 40enne era riuscito a dare vita a un’attività di spaccio che lo aveva reso un uomo enormemente ricco. Ufficialmente residente a Briosco, in realtà dal giugno scorso era senza fissa dimora: sapeva che le forze dell’ordine lo stavano cercando, ovunque.

Sulla carta disoccupato, aveva un tenore di vita molto alto. Senza paura di farsi notare, guidava una Porsche Cayenne: un’auto che costa e soprattutto non passa inosservata. I carabinieri di Seregno – e in particolare quelli della stazione di Giussano - sapevano inoltre che l’uomo era armato e in passato era stato coinvolto in un conflitto a fuoco. Proprio per questo hanno atteso che lo spacciatore entrasse in un bar dove lui si sentiva al sicuro, e gli hanno teso una trappola in un raro momento di relax.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Milano-Meda, schianto tra auto e camion: grave 45enne

  • Incidente fra tre camion sull'A4, autostrada chiusa e traffico in tilt: i percorsi alternativi

  • Caponago, la strada diventa bianca: rintracciato camion autore dello "sversamento"

  • Incendio a Monza, fiamme in un capannone: evacuata una scuola

  • Nuova apertura supermercato Coop a Monza, si cerca personale: ecco le offerte di lavoro

  • L'Esselunga di via Buonarroti cresce: per il comune un milione e un parcheggio al Brianteo

Torna su
MonzaToday è in caricamento