Stalking, impiegato incensurato perseguita la ex compagna

La donna, 45 anni, residente a Roncello se lo ritrovava sempre sotto casa e fuori dal posto di lavoro

Un impiegato incensurato di 50 anni è finito in manette a Trezzo sull'Adda con l'accusa di atti persecutori aggravati.

Dopo una attenta indagine avviata dai militari della stazione cittadina, in seguito a una denuncia presentata dalla vittima, lo stalker è stato colpito da un'ordinanza di custodia cautelare personale emessa dal giudice per le indagini preliminari del Tribunale di Monza. 

Il 50enne da tempo, dopo la fine della loro relazione, aveva iniziato a perseguitare la sue ex comagna, una donna di 45 anni residente a Roncello.

L'uomo era diventato una presenza fissa ma indesiderata nella vitta della ex fidanzata che non si sentiva più libera di muoversi: a tutte le ore del giorno o della notte il suo stalker si appostava fuori dalla sua abitazione nella cittadina brianzola per tenere sotto controllo da vicino i suoi movimenti e la 45enne non era più libera nemmeno di andare a lavorare perchè lui era una presenza costante anche lì.

L'arresto è avvenuto intorno alle 21 di martedì e al momento il 50enne si trova ai domiciliari. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento