Stalking, dalla Sicilia a Villasanta per riallacciare i rapporti: arrestato

Non si rassegnava alla fine di una relazione durata il tempo di un estate e dopo continui messaggi e telefonate si è fatto oltre 1300 chilometri per parlarle: lo stalker è finito in manette

L'arresto è stato eseguito dai carabinieri di Villasanta

Avevano avuto una relazione durante l'estate in Sicilia, un amore estivo come tanti, di quelli che finiscono presto, ma lui non si era mai rassegnato.

A non accettare la fine della storia è stato un 31enne di origine siciliana con cui una giovane residente a Villasanta era stata qualche tempo. A fine estate la relazione tra i due è terminata ma da quel momento sono iniziate le persecuzioni.

Messaggi, telefonate continue per chiedere di riprovarci e per tornare insieme.

Il ragazzo un giorno si era addirittura presentato alla porta della giovane, dopo un viaggio che dalla Sicilia l'aveva portato a Villasanta.

Potrebbe sembrare il finale di un film romantico se solo tutte queste insistenti attenzioni fossero state gradite dall'innamorata ma la realtà dei fatti era molto diversa.

Dopo l'ultima visita a sorpresa del 31enne la mamma della ragazza ha allertato i carabinieri. In seguito alla sua assenza in casa al momento dell'arrivo del giovane, lui si è messo sulle sue tracce, setacciando la zona per trovarla. 

La preoccupazione della mamma di lei ha messo sulle sue tracce i carabinieri che l'hanno rintracciato nei pressi dell'ingresso del Parco di Monza e qui l'hanno arrestato per stalking.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Pitbull azzanna padrone ai genitali, 40enne uccide il suo cane per salvarsi

  • Incidente in autostrada A4 ad Agrate Brianza, morto ragazzo di 27 anni

  • Incidente in autostrada A4, auto ribaltata: gravissimo 27enne

  • Nova Milanese, azzannato alle parti intime dal suo cane: 40enne in ospedale

  • Maschere, coriandoli, bancarelle e un trenino: ecco il Carnevale di Monza

  • Fugge di fronte ai carabinieri nella sala slot: 26enne espulso (di nuovo)

Torna su
MonzaToday è in caricamento