Sei chili di hashish, cocaina e 10mila euro, arrestato "fornitore" di droga a Lissone

In manette è finito un 47enne marocchino. Sostanza stupefacente trovata in casa e in un box a Vedano al Lambro

Droga - Foto di repertorio

Sei chili e mezzo di hashish in panetti insieme a olio purissimo, sessanta grammi di cocaina e diecimila euro.

Gli agenti del commissariato di Milano Lorenteggio hanno arrestato a Lissone un grosso spacciatore. Quarantasette anni, originario del Marocco e regolarmente residente in Italia con un permesso di soggiorno. Le manette per l'uomo sono scattate venerdì, all'alba.

L'arresto in Brianza

I poliziotti sono arrivati a lui grazie alle indagini avviate nelle zone di competenza del quartiere milanese, ricostruendo i "movimenti" della droga fino ad arrivare in Brianza, dal presunto "fornitore". Gli agenti hanno aspettato che i figli dell'uomo uscissero dall'appartamento, in una zona di edilizia popolare a Lissone, e poi hanno effettuato una perquisizione.

Droga in casa e nel box a Vedano

Nell'abitazione la polizia di Stato ha trovato sessanta grammi di cocaina e del denaro, ritenuto provento della sua illecita attività. La perquisizione poi è proseguita in un box intestato all'uomo a Vedano al Lambro: qui sono stati rinvenuti sei chili e mezzo di hashish in panetti, olio di purissimo della medesima sostanza, materiale per il confezionamento e apparecchiature elettromagnetiche per l'edilizia e i lavori stradali di notevole valore e di provenienza furtiva.

Diecimila euro e i "regali" da spedire

In totale sono stati sequestrati anche diecimila euro in contanti. Il denaro è stato trovato nascosto, frazionato in mazzette confezionate con cellophane, tra trapunte e coperte da letto nuove, pronte per essere inviate nel paese di origine dell'uomo. Secondo quanto ipotizzato dagli inquirenti, l'uomo inviava regali, di merce a sua volta probabilmente rubata, anche per far sparire parte del denaro contante proveniente dai traffici di droga.

Il 47enne stava per lasciare l'Italia per andare a vivere in Svezia dove pare avesse già richiesto tutti i nulla osta necessari per entrare e risiedere. 




 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente sulla Milano-Meda, schianto tra auto e camion: grave 45enne

  • Incidente in A4, travolto da un'auto mentre viaggia in bici in autostrada: morto un uomo

  • Caponago, la strada diventa bianca: rintracciato camion autore dello "sversamento"

  • Incendio a Monza, fiamme in un capannone: evacuata una scuola

  • Nuova apertura supermercato Coop a Monza, si cerca personale: ecco le offerte di lavoro

  • L'Esselunga di via Buonarroti cresce: per il comune un milione e un parcheggio al Brianteo

Torna su
MonzaToday è in caricamento