Autodromo, chiesto rinvio a giudizio per l'ex direttore Ferrari e altre 16 persone

Torna la Superbike, tornano anche i guai per l'Autodromo. E' stato chiesto il rinvio a giudizio per l'ex direttore Enrico Ferrari e ad altre sedici persone per corruzione, falso, usura e turbativa d'asta

Enrico Ferrari (AP/Monza Today)

MONZA -  Torna la Superbike, tornano anche i guai per l'Autodromo. E' stato chiesto il rinvio a giudizio per l'ex direttore Enrico Ferrari e anche per altre sedici persone per corruzione, falso, usura e turbativa d'asta in merito alla maxi-inchiesta su presunti illeciti all'interno della gestione del circuito. Le indagini sono partite da un esposto presentato dall'ex presidente della SIAS, la società che gestisce il circuito,  Paolo Guaitamacchi: nel mirino anche le rovinose cadute di alcuni piloti Superbike a causa di bolle d'acqua sulla pista. Le intercettazioni telefoniche sembrano confermare che il management sapeva del pericolo: la gara,però, si disputò lo stesso. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento