Carcere di Monza, avvocato porta droga al suo assistito: denunciati entrambi

Il legale avrebbe consegnato all'uomo dell'hashish nel corso di un colloquio

Repertorio

Un avvocato avrebbe consegnato 50 grammi di hashish al suo assistito, detenuto nel carcere di Monza, nel corso di un colloquio. Questa la ricostruzione di quanto avvenuto la mattina del 13 settembre, quando gli agenti della polizia penitenziaria, insospettiti dal comportamento del legale, a colloquio finito hanno perquisito il detenuto e gli hanno trovato addosso un pacchetto con la sostanza stupefacente. L'uomo e il suo legale sono stati denunciati alla procura.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

La vicenda è stata riferita attraverso una nota del segretario generale Osapp, il sindacato della polizia penitenziaria, Leo Beneduci: "L’episodio accaduto nel carcere di Monza dimostra che è sempre necessaria l’opera di vigilanza, prevenzione e repressione, finalizzata al mantenimento dell’ordine e della sicurezza. Rimaniamo sempre in attesa che sia aumentato l’organico degli agenti, per meglio affrontare l’emergenza carceraria".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • "Ti ho vista piangere, in silenzio", la commovente lettera alla moglie infermiera nel giorno del suo compleanno

  • Il Coronavirus non si ferma: in un giorno 163 contagi tra Monza e Provincia. Tutti i dati

  • Monza, fingono di fare la spesa insieme per vedersi: scatta la maxi multa

  • Monza, città "silenziosa e deserta" nelle immagini riprese dal drone

  • Coronavirus, quando si azzerano i contagi a Monza e in Lombardia: le prime previsioni

  • "Non cresce la linea dei contagi, sta per iniziare la discesa", Fontana fa il punto sui dati

Torna su
MonzaToday è in caricamento