Emergenza accoglienza in Brianza, accordo tra Prefettura e agenti immobiliari

L'intesa è stata sottoscritta lunedì con l'obiettivo di "coinvolgere più fattivamente le Agenzie Immobiliari iscritte alla FIMAA nella ricerca di soluzioni abitative che consentano di ospitare i migranti in attesa della definizione delle procedure per il riconoscimento della protezione internazionale"

Gli ospiti del centro di accoglienza di Agrate Brianza

Prima l'invito era stato rivolto ai singoli cittadini proprietari di appartamenti e alloggi sfitti per fronteggiare l'emergenza immigrazione sul nostro territorio. Ora invece la Prefettura di Monza e Brianza, con un accordo di collaborazione che coinvolge la Provincia, la Camera di Commercio, gli enti gestori del servizio di accoglienza e la FIMAA, si è rivolta direttamente agli agenti immobiliari per trovare soluzioni alla crescente necessità di accoglienza.

La comunicazione arriva direttamente dalla sede di via Prina dove è stato siglato un accordo con l'obiettivo di "implementare il modello di housing sociale adottato in questo territorio, basato sull'accoglienza diffusa". L'intesa firmata lunedì punta così a coinvolgere anche la categoria degli agenti immobiliari per "facilitare l'individuazione di soluzioni abitative disponibili sul libero mercato". 

"L'Accordo mira a coinvolgere più fattivamente le Agenzie Immobiliari iscritte alla FIMAA Milano, Monza & Brianza nella ricerca di soluzioni abitative che consentano di ospitare i migranti in attesa della definizione delle procedure per il riconoscimento della protezione internazionale, mantenendo il modello di accoglienza sulla distribuzione in piccoli nuclei nel maggior numero possibile di Comuni, in modo da favorirne l'integrazione, prevenire fenomeni di ghettizzazione e realizzare un sistema a basso impatto su singoli territori" spiega la Prefettura.

"È rassicurante sapere che le nostre istituzioni, Prefettura e Provincia, siano sempre così pronte e puntuali a promuovere addirittura «nuove iniziative» per fronteggiare le emergenze emergenti. Peccato si preoccupino solo di quelle legate a stranieri, immigrati e clandestini" ha replicato in polemica il consigliere provinciale del Carroccio Andrea Monti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

"E sarà poi interessante capire la percentuale riservata agli agenti immobiliari, così da aggiungere un altro capitolo (di spesa) al voluminoso business legato all’accoglienza. A questo punto ci manca solo di coinvolgere i palazzinari, poi non mancherebbe più nessuno" ha concluso Monti.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I luoghi (che non tutti conoscono) dove fare il bagno in Lombardia

  • Brugherio, incendio nella notte nella pizzeria Lo Stregone: tre famiglie evacuate

  • Spostamenti fuori regione, la Lombardia rischia di restare "chiusa" altre due settimane

  • Coronavirus, un solo nuovo contagio a Monza: sindaco incontra i gestori dei locali

  • Monza, è morta Rossana Lorenzini, la mamma di Pippo Civati

  • Positivo al Covid esce e va in giro: uomo denunciato per 'diffusione di malattia infettiva'

Torna su
MonzaToday è in caricamento