Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

I carabinieri a Carate Brianza hanno fatto chiudere il locale che alle 19 aveva ancora quattro clienti all'interno. Denunciato il titolare che ora rischia tre mesi di carcere

Immagine di repertorio

Non ha rispettato il "coprifuoco" imposto dall'ordinanza regionale sull'emergenza Coronavirus e ha tenuto aperto il suo locale oltre l'orario consentito. E per questo un cittadino cinese residente ad Arcore è stato denunciato dai carabinieri e ora rischia fino a tre mesi di carcere.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

I militari intorno alle 19 di lunedì 24 febbraio si sono presentati in un bar-tabacchi a Carate Brianza: il locale non solo era ancora parto ma all'interno c'erano ancora quattro clienti. Come previsto dal documento con le disposizioni per il contenimento del contagio da Covid-19, il locale avrebbe dovuto chiudere alle 18. I carabinieri hanno proceduto alla chiusura forzata del bar e per l'uomo è scattata una denuncia. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sopra il cielo di Monza, la magia della stella cometa Neowise

  • "Rave party" in strada a Monza: nel caos, un uomo viene aggredito brutalmente e rapinato

  • Paura a Vimercate, si accascia a terra: trasportata in codice rosso all'ospedale

  • Schianto frontale sulla statale: drammatico il bilancio, morti due giovani di 28 anni

  • Cammina seminudo in strada, 36enne arrestato a Giussano: era già stato espulso

  • Non compila autocertificazione, infermiera non entra in piscina: "Io discriminata"

Torna su
MonzaToday è in caricamento