Brugherio, la Procura indaga su accordo bipartisan a Baraggia

Le carte transitate dalle mani del pm Walter Mapelli sono ora nelle mani del pm Stefania Di Tullio. Le indagini partite da un esposto della commissione d'inchiesta comunale. Ad aprile cadde la Giunta: "Pressioni sul PGT"

Villa Fiorita, sede del Comune

BRUGHERIO - La Procura di Monza avrebbe aperto un fascicolo sul "sistema Brugherio", un presunto accordo bipartisan sul piano Piano Integrato di Intervento di Baraggia-Santa Margherita.  Le carte, transitate per le mani del pm Walter Mapelli, sarebbero ora nelle mani della pm Stefania Di Tullio. Al momento non ci sono ancora indagati, nè ipotesi di reato.  La vicenda trae le mosse da un esposto presentato dai membri della commissione d'inchiesta nata per fare luce sul vicenda: al termine dei lavori, i membri del Pdl e quelli di Idv e Udc si sono presentati in tribunale per consegnare ai magistrati un resoconto dettagliato. L'intera vicenda è stata ricostruita da un articolo del magazine "iI Punto". Ricordiamo che il comune di Brugherio è attualmente retto dal commissario prefettizio Carmen Nuzzi, dopo la caduta della Giunta guidata da Maurizio Ronchi ad aprile. In quell'occasione, gli assessori di dimisero in massa, denunciando pressioni sul Pgt.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Dai soldi della 'Ndrangheta alla fortuna dei ristoranti: sequestrati "giro-pizza" e 9 arresti

  • Incidente in moto in A4, morto Ernesto Galliani: 55enne lascia moglie e due figli

  • Viaggiano su auto piena di oro e soldi: 30enni fermati e denunciati per ricettazione

  • I soldi della 'Ndrangheta per aprire ristoranti: sequestro da 10 milioni, 9 persone in manette

  • Vimercate, sette ragazzini soccorsi da ambulanza a scuola per uno "strano" prurito

  • Perde il controllo dell'auto e si schianta contro il guard-rail: 55enne soccorso in Valassina

Torna su
MonzaToday è in caricamento