Dalla Croazia a Concorezzo nascosti nel tir: l'odissea di quattro ragazzini afgani

È successo nella serata di sabato 2 febbraio. Sul caso indagano i carabinieri

Immagine repertorio

Quattro ragazzi afgani tra i 15 e 16 anni sono stati trovati dai carabinieri nel rimorchio di un camion proveniente dalla Croazia alla dogana di Concorezzo nella serata di sabato 2 febbraio.

Tutto è iniziato quando il camionista, fermo in una piazzola della struttura di via Monterosa, ha sentito dei rumori provenienti dal cassone del mezzo e ha chiamato i carabinieri. Sul posto sono intervenuti i militari delle stazioni di Brugherio e Concorezzo che hanno tolto i sigilli (intatti) dal rimorchio e aperto i portelloni.

Dal cassone sono sbucati quattro giovani dall'età apparente di 15-16 anni, tutti in buone condizioni di salute. I giovani sono stati visitati e accompagnati in un centro di accoglienza della Brianza, come disposto dall'autorità giudiziaria. 

Non è ancora chiaro come siano saliti a bordo del mezzo, dato che i sigilli del rimorchio sono apparsi integri e il camionista è risultato estraneo alla vicenda. Sul caso sono in corso accertamenti. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Un fatto simile era accaduto nel novembre del 2018 quando tre ragazzini afgani erano arrivati a Lentate sul Seveso a bordo di un rimorchio. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Al San Gerardo 20 ventilatori polmonari grazie alla donazione della famiglia Fumagalli

  • Coronavirus, nuova crescita di casi in Brianza: 141 nuovi contagi. A Monza oltre 500 positivi

  • Coronavirus, a Monza e Brianza 2.462 casi di Covid-19: 100 in più in un giorno

  • Negli ospedali lombardi oggi più dimessi che ricoverati: in Brianza 90 nuovi casi

  • Coronavirus, ecco l'applicazione per il cellulare: "Vi chiediamo di scaricarla tutti"

  • Monza, fingono di fare la spesa insieme per vedersi: scatta la maxi multa

Torna su
MonzaToday è in caricamento