Candy: “Niente premi per salvare 25 posti”. I sindacati rifiutano la proposta

L'azienda ha chiesto a tutti i dipendenti di rinunciare a quattordicesima e premi di produzione fissi in cambio del "salvataggio" di 25 posti di lavoro.

Candy, niente accordo tra azienda e sindacati.

BRUGHERIO - I rappresentanti sindacali di Candy hanno incontrato a Roma i vertici dell’azienda di elettrodomestici e i funzionari del Ministero dello Sviluppo Economico.

Sul tavolo ovviamente la questione del rischio “taglio” per 170 lavoratori delle sedi brianzole di Brugherio e Santa Maria Hoè.

L’azienda ha avanzato la sua proposta che consiste nella richiesta di rinuncia alla quattordicesima e nell’accettazione di premi di produzione variabili. In cambio i dirigenti si impegnano a salvare 25 posti di lavoro.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Non si è arrivati all’accordo perché l’obiettivo dei sindacati è salvare tutti i posti di lavoro.
Il prossimo passo è per il 2 luglio con la richiesta da parte dei sindacati del contratto di solidarietà che scongiuri i licenziamenti annunciati.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I luoghi (che non tutti conoscono) dove fare il bagno in Lombardia

  • Brugherio, incendio nella notte nella pizzeria Lo Stregone: tre famiglie evacuate

  • Coronavirus, un solo nuovo contagio a Monza: sindaco incontra i gestori dei locali

  • Spostamenti fuori regione, la Lombardia rischia di restare "chiusa" altre due settimane

  • Monza, è morta Rossana Lorenzini, la mamma di Pippo Civati

  • Positivo al Covid esce e va in giro: uomo denunciato per 'diffusione di malattia infettiva'

Torna su
MonzaToday è in caricamento