Candy: “Niente premi per salvare 25 posti”. I sindacati rifiutano la proposta

L'azienda ha chiesto a tutti i dipendenti di rinunciare a quattordicesima e premi di produzione fissi in cambio del "salvataggio" di 25 posti di lavoro.

Candy, niente accordo tra azienda e sindacati.

BRUGHERIO - I rappresentanti sindacali di Candy hanno incontrato a Roma i vertici dell’azienda di elettrodomestici e i funzionari del Ministero dello Sviluppo Economico.

Sul tavolo ovviamente la questione del rischio “taglio” per 170 lavoratori delle sedi brianzole di Brugherio e Santa Maria Hoè.

L’azienda ha avanzato la sua proposta che consiste nella richiesta di rinuncia alla quattordicesima e nell’accettazione di premi di produzione variabili. In cambio i dirigenti si impegnano a salvare 25 posti di lavoro.

Non si è arrivati all’accordo perché l’obiettivo dei sindacati è salvare tutti i posti di lavoro.
Il prossimo passo è per il 2 luglio con la richiesta da parte dei sindacati del contratto di solidarietà che scongiuri i licenziamenti annunciati.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Monticello: trovati i due giovani che si sono schiantati sulla rotonda a 160 km/h

  • Bimba di 10 anni di Villasanta muore in un incidente mentre è in vacanza con i genitori in Tunisia

  • Guida una moto senza patente, revisione né assicurazione, multa da oltre 6mila euro

  • Autovelox in Lombardia, dove sono i controlli della velocità dal 9 al 15 settembre: le strade

  • Grave incidente a Monza di ritorno dopo motoraduno, l'appello: "Aiutateci a trovare il nostro angelo custode"

  • Niente più code per la scelta del medico di base e per le esenzioni: ecco il numero per le prenotazioni

Torna su
MonzaToday è in caricamento