La rivoluzione dell’auto elettrica a Monza, in arrivo 79 postazioni in città

Le prime nove stazioni saranno installate entro la fine dell’anno

Immagine di repertorio

Postazioni di ricarica e auto elettriche in car sharing. La rivoluzione della mobilità sostenibile passa anche da Monza. AEVV Impianti, azienda del gruppo Acsm Agam, si è aggiudicata la gara per la realizzazione di un’infrastruttura di ricarica di auto elettriche di 79 colonnine. Le prime nove, tra postazioni di ricarica e car sharing, saranno installate entro la fine dell’anno in zona San Gottardo, San Carlo, Stadio, Sobborghi, Centro storico e piazza Castello. Un altro gruppo di postazioni poi vedrà la luce entro marzo. 

Le paline di ricarica previste sono di tipologie differenti, normal power e high power, in maniera di consentire all’utente la possibilità di ricaricare l’auto elettrica con velocità differenti. Semplicissima la modalità di utilizzo. Il progetto contempla inoltre l’istituzione di un servizio di car sharing con auto elettriche.

L’attività fa parte della business unit che si occupa di innovazione e tecnologie smart. “L’operazione – sottolineano Iacopo Picate e Giovanni Chighine, rispettivamente amministratore delegato di AEVV Impianti e bu leader – rientra nei nuovi ambiti di attività di Acsm Agam. Risponde alle aspettative della comunità e dell’Amministrazione municipale locali in tema di smart city e rispetto dell’ambiente”. Aevv Impianti garantirà al Comune di Monza tre auto elettriche in «car sharing» e una cinquantina di tessere con quindici ore al mese di utilizzo ciascuna (oltre le quindici ore sarà applicato uno sconto del 25% sul prezzo di listino). 

“Proprio nella Settimana Europea della Mobilità Sostenibile avviamo questo importante progetto – spiegano il Sindaco Dario Allevi e Federico Arena, assessore alla Viabilità – che ci consentirà di rottamare parte del parco auto esistente, formato da veicoli vecchi e, quindi, più inquinanti. La soluzione più efficace passa attraverso l’utilizzo di tutte le nuove tecnologie a basso impatto ambientale, a cominciare dall’elettrico per ridurre le emissioni e aumentare i risparmi. Questo è un momento strategico per la mobilità elettrica. Da un lato sta crescendo l’interesse dei cittadini, dall’alto la qualità dell’offerta da parte di operatori e fornitori è sempre maggiore. Per questo da parte delle Pubbliche Amministrazioni sono vincenti le politiche sulla mobilità urbana e noi intendiamo continuare a lavorare su questo terreno. La sfida al traffico, all’inquinamento atmosferico e alle emissioni che abbiamo davanti si vince anche con progetti di mobilità alternativa”.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Come eliminare i pesciolini argentati dalle nostre case

  • Incidente in tangenziale Est, schianto tra due auto e un camion: due morti e due feriti

  • Paura al mercato di Macherio, si accascia a terra: trasportata in codice rosso all'ospedale

  • Perde il controllo dell'auto in Valassina, si schianta contro il guard rail e si ribalta

  • Litiga con la fidanzata poi cerca di farla finita: 37enne salvato a Monza

  • Omicidio a Cernusco, uomo ucciso nei box del condominio: freddato in auto a colpi di pistola

Torna su
MonzaToday è in caricamento