Contro la porta della caserma con un carrello per sfondarla poi calci e sputi ai carabinieri: arrestati

In manette a Paderno Dugnano è finita una coppia di italiani. Prima il tentativo di accedere ai locali della caserma poi gli insulti, gli sputi e i calci

Non avevano alcun altro posto dove andare così hanno cercato di entrare all'interno dei locali della caserma dei carabinieri, provando ad aprirsi un varco da soli, sfondando la porta con un carrello metallico. 

E alla fine in caserma ci sono rimasti, in stato di arresto. E' successo nel pomeriggio di sabato a Paderno Dugnano dove una coppia di cittadini italiani, uomo e donna di 45 anni, entrambi già noti alle forze dell'ordine, ha provato a forzare la porta di ingresso della caserma. 

I due, come riferito dai militari, hanno cercato di accedere ai locali pretendendo di trovare un rifugio contro la diffusione del virus dal momento che non avevano alcun alloggio alternativo. I carabinieri hanno cercato di far desistere la coppia ma la situazione è presto degenerata: prima gli insulti poi gli sputi e infine l'aggressione.

Il 45enne inoltre ha colpito i militari, prendendo a calci i carabinieri intervenuti. Per la coppia è scattato l'arresto per violenza, resistenza e minaccia a pubblico ufficiale. E in caserma poi ci sono rimasti davvero, in attesa dell'udienza direttissima.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si butta a terra all'Esselunga: "Ho fame" e gli regalano spesa. Poi sputa alla guardia

  • Mascherina obbligatoria per uscire: 250mila distribuite gratis a Monza e Brianza

  • Coronavirus, in Brianza 111 nuovi casi: al via la distribuzione (gratis) di mascherine

  • Coronavirus, nuova crescita di casi in Brianza: 141 nuovi contagi. A Monza oltre 500 positivi

  • La lettera dell'infermiera del San Gerardo: "Ho stretto le mani di chi moriva solo"

  • Negli ospedali lombardi oggi più dimessi che ricoverati: in Brianza 90 nuovi casi

Torna su
MonzaToday è in caricamento