"Meglio in galera che in casa con mia moglie" e si fa arrestare

Ora il 29enne si trova in carcere a Monza con l'accusa di evasione dagli arresti domiciliari

La moglie o il carcere? Un giovane sposo di 29 anni, non ha avuto dubbi: la galera. Mercoledì sera i carabinieri di Desio lo hanno pizzicato in via Venaria Reale, a Cesano Maderno.

L’uomo, avrebbe dovuto essere in casa, agli arresti domiciliari. Ma, alla compagnia della moglie, ha preferito il rischio di essere arrestato. Di fronte ai militari che volevano chiudere un occhio, e riportarlo a casa, il giovane ha avuto quasi un malore: «Vi prego – ha implorato con un filo di voce gli uomini in divisa -: portatemi in carcere. Preferisco le sbarre alla compagnia di mia moglie». Sbigottiti di fronte alla richiesta decisamente insolita, ai carabinieri non è rimasta altra possibilità che accontentarlo.

Ora il 29enne si trova in carcere a Monza con l’accusa di evasione dagli arresti domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shock per liceo Frisi di Monza, due studenti si tolgono la vita. La preside: "Profondo dolore"

  • Le auto e gli affari con la cocaina, sgominata rete di spacciatori: 11 arresti

  • Incidente in autostrada A4, auto ribaltata: gravissimo 27enne

  • Tornano le giostre a Limbiate, sulle ceneri di Greenland sorgerà un nuovo luna park

  • Maxi operazione a Monza, undici arresti per spaccio di droga

  • Crollo in via Bergamo a Monza, pezzi di cornicione precipitano al suolo da nove metri

Torna su
MonzaToday è in caricamento