menulensuserclosebubble2shareemailgoogleplusstarcalendarlocation-pinwhatsappenlargeiconvideolandscaperainywarningdotstrashcar-crashchevron_lefteurocutleryphoto_librarydirectionsshoplinkmailphoneglobetimetopfeedfacebookfacebook-circletwittertwitter-circlewhatsappcamerasearchmixflagcakethumbs-upthumbs-downbriefcaselock-openlog-outeditfiletrophysent_newscensure_commentgeneric_commentrestaurant_companiessunnymoonsuncloudmooncloudrainheavysnowthunderheavysnowheavyfogfog-nightrainlightwhitecloudblackcloudcloudyweather-timewindbarometerrainfallhumiditythermometersunrise-sunsetsleetsnowcelsius

Cesano Maderno, spari nella notte contro il Vanilla Cafè

Il titolare del locale dichiara di non aver mai subito minacce. Sul fatto stanno indagando i carabinieri di Desio. Potrebbe trattarsi di un'intimidazione

I colpi sono stati sparati nella notte tra lunedì e martedì

CESANO MADERNO – Paura al bar «Vanilla Café» di via Manzoni, a Cesano Maderno. Qualcuno ieri notte ha sparato contro le tre vetrine del negozio, mandandole in frantumi.

I colpi sono stati sparati con la complicità del buio della notte, con ogni probabilità da qualcuno che era a bordo di un auto. E che subito dopo è scomparso nel nulla. Uniche tracce rimaste: quindici bossoli sparsi sull’asfalto.

Ora i carabinieri di Desio stanno indagando per capire chi è l’autore di quella che appare come una vera e propria intimidazione. Il titolare del negozio è un commerciante già noto alle forze dell’ordine per reati finanziari. Ma il negoziante ha assicurato di non aver mai ricevuto minacce. Ieri il bar, molto frequentato dai giovani di Cesano Maderno e di Desio, è rimasto chiuso, in attesa di cambiare le tre vetrate.

Potrebbe interessarti

Commenti

    Più letti della settimana

    • Cronaca

      Notte di terrore in via Guerrazzi: armato di coltello rapina quattro persone

    • Incidenti stradali

      L'auto perde il controllo e si schianta: incidente in Valassina

    • Incidenti stradali

      Incidente sulla statale, si schiantano in moto con un'auto: morto un ragazzo

    • Cronaca

      "Novanta intossicati e cinquanta feriti", all'ospedale scatta l'emergenza ma è una simulazione

    Torna su