Cesano Maderno, spari nella notte contro il Vanilla Cafè

Il titolare del locale dichiara di non aver mai subito minacce. Sul fatto stanno indagando i carabinieri di Desio. Potrebbe trattarsi di un'intimidazione

I colpi sono stati sparati nella notte tra lunedì e martedì

CESANO MADERNO – Paura al bar «Vanilla Café» di via Manzoni, a Cesano Maderno. Qualcuno ieri notte ha sparato contro le tre vetrine del negozio, mandandole in frantumi.

I colpi sono stati sparati con la complicità del buio della notte, con ogni probabilità da qualcuno che era a bordo di un auto. E che subito dopo è scomparso nel nulla. Uniche tracce rimaste: quindici bossoli sparsi sull’asfalto.

Ora i carabinieri di Desio stanno indagando per capire chi è l’autore di quella che appare come una vera e propria intimidazione. Il titolare del negozio è un commerciante già noto alle forze dell’ordine per reati finanziari. Ma il negoziante ha assicurato di non aver mai ricevuto minacce. Ieri il bar, molto frequentato dai giovani di Cesano Maderno e di Desio, è rimasto chiuso, in attesa di cambiare le tre vetrate.

Potrebbe interessarti

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

    Notizie di oggi

    • Cronaca

      Svincoli chiusi lungo la Valassina a Monza per la visita pastorale del Papa

    • Cronaca

      Scritte offensive contro Papa Francesco

    • Cronaca

      Uccise la compagna a Seveso, il 56enne accusato di omicidio si suicida in carcere

    • Cronaca

      Arrestato il medico brianzolo Norberto Confalonieri, primario al Pini di Milano

    I più letti della settimana

    • Messa di Papa Francesco a Monza: chiusure anche lungo tre strade provinciali

    • Modifiche alla viabilità a Biassono per la messa del Papa a Monza

    • Vedano al Lambro, 80enne si lancia nel vuoto dal quarto piano e muore

    • Divieto di accesso in tutta Monza dalle 6 del mattino di sabato 25 marzo

    • Messa del Papa: iscrizioni anche online

    • Irregolarità e carenze igieniche: chiuso club privé a Varedo

    Torna su
    MonzaToday è in caricamento