CGIL Monza: assemblea coi migranti

Nota - Questo comunicato è stato pubblicato integralmente come contributo esterno. Questo contenuto non è pertanto un articolo prodotto dalla redazione di MonzaToday

Il giorno 4 dicembre 2012,alle ore 20.30 presso il salone Bruno Trentin della CDLT di Monza si è svolta la prima assemblea dei lavoratori migranti iscritti. Organizzata dall'Area Migranti e Politiche Sociali della CGIL MB l'assemblea ha visto una partecipazione numerosa, oltre le attese. La puntualità dei partecipanti, i numerosi interventi, la vivace discussione sono stati indicatori di un'attesa dei lavoratori immigrati verso il proprio sindacato per una opportunità collettiva nella quale parlare  delle  proprie condizioni di vita e di lavoro.

I temi affrontati hanno avuto un comune denominatore: la crisi e i suoi effetti devastanti amplificati dai rischi di rottura del filo che lega la loro permanenza in Italia. Filo che lega  il lavoro con il permesso di soggiorno. Senza l'uno si perde anche l'altro. Ma il lavoro , quando ancora c'è, per i lavoratori immigrati spesso si  consuma in condizioni di sfruttamento, in cooperative che durano un paio d'anni , poi chiudono e riaprono con gli stessi sfruttatori e medesimi sfruttati.

"Noi stiamo lavorando con dignità, non molliamo il nostro lavoro, perché è l'ultima speranza per costruirci un futuro" E' stata una delle dichiarazioni che hanno caratterizzato la discussione. Però non basta quando si lavora e non si è pagati per mesi . Alla fine si cede, non ce la si fa, ci si rivolge al sindacato, si viene in  CGIL per trovare una risposta ai tanti problemi di dignità e sopravvivenza. Per questo in apertura è stata presentata l'organizzazione dell'Area Migranti e Politiche Sociali, i servizi che offre e i percorsi di tutela e di sostegno, che molti dei presenti hanno avuto modo di conoscere ed apprezzare. "Stiamo uniti, parliamo ad alta voce, organizziamoci , informiamoci sui nostri diritti e avviciniamo i lavoratori immigrati che vengono nelle aziende timorosi e spaventati perché non conoscono la lingua e i loro diritti" "Chiediamo alla nostra CGIL di tenere con noi un contatto ravvicinato anche con momenti come questa sera " Sono state dichiarazioni importanti, segnali di una coscienza sindacale in sviluppo tra i lavoratori immigrati e di appartenenza al sindacato. L'assemblea si è conclusa con l'intervento di Lorella Brusa, Segretaria CGIL MB, accogliendo molti spunti , anche emozionanti portati in assemblea, inquadrandoli in impegni sindacali di rappresentanza e di negoziazione verso le parti sociali e le istituzioni locali. Impegni già in cantiere e che costituiscono l'agenda dei lavori sindacali della CGIL per il prossimo anno.

 

Torna su
MonzaToday è in caricamento