Presunte infiltrazioni mafiose, il prefetto chiude una pizzeria a Seregno

La decisione dopo gli arresti nell'ambito dell'operazione Dedalo della Dda di Milano. La pizzeria Country sarebbe stata il luogo di incontro di alcuni affiliati alla "locale" di ‘ndrangheta

Seregno torna al centro delle cronache per presunte infiltrazioni mafiose. Il prefetto di Monza e Brianza, nella giornata di venerdì ha inviato al comune una nota con un’informazione antimafia interdittiva nei confronti della pizzeria Country di via Colzani.

"La ditta “Country di Sculli Santo” è interdetta ai sensi degli articoli 84 comma 4, 91 comma 6 e 89bis del D.Lgs 159/2011" si legge nel provvedimento che prevede la chiusura del locale e avrà efficacia dalla giornata di sabato 28 ottobre.

L’informativa antimafia, firmata dal Prefetto di Monza e Brianza, richiama la nota del 4 ottobre del Centro Operativo DIA di Milano, relativa all’indagine denominata Dedalo, in cui si legge che la pizzeria Country sarebbe stata il luogo di incontro di alcuni affiliati alla "locale" di ‘ndrangheta di Limbiate, Fortunato Calabrò e Giovanni Vitalone e alla «locale» di Mariano Comense, Giuseppe Morabito, Domenico Staiti e Rocco Depretis, raggiunti da provvedimento di custodia cautelare in carcere.

L’operazione Dedalo ha coinvolto anche Massimo Salvatore Sculli, figlio di Santo Sculli, titolare della pizzeria Country, arrestato per i reati di associazione finalizzata al traffico di stupefacenti e detenzione abusiva di armi e munizioni. La Prefettura di Monza e Brianza ha ritenuto, pertanto, che l’attività commerciale possa subire interferenze di natura mafiosa e sussista una concreta possibile ingerenza mafiosa nella gestione degli affari.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

A seguito dell’informativa - fanno sapere dal municipio - il Comune di Seregno ha adottato tre provvedimenti nei confronti della pizzeria: la decadenza dei titoli autorizzatori relativi alla somministrazione di cibo e bevande e commercio su aree pubbliche, l’ordinanza – ingiunzione di demolizione della struttura abusiva con l'abbattimento della parte esterna coperta destinata al posizionamento dei tavoli e la decadenza della concessione di occupazione suolo pubblico.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sopra il cielo di Monza, la magia della stella cometa Neowise

  • Incidente in tangenziale Nord, auto perde controllo e si schianta: tre ragazzi feriti

  • Trenta ragazzi al parchetto, arriva la polizia locale: due denunce e polemiche sui social

  • Non compila autocertificazione, infermiera non entra in piscina: "Io discriminata"

  • "Mi hanno rubato tutto" e sui social scatta la gara di solidarietà per aiutare artigiana

  • Schianto in moto sulle strade del Trentino, morto 43enne di Cesano Maderno

Torna su
MonzaToday è in caricamento