Se n’è andato Garibaldi, ed è rimasto il degrado.

A più di un mese dall'inaugurazione della storica statua in marmo dell'eroe del Risorgimento ricollocata su un nuovo basamento davanti al Tribunale, l'operazione non si è ancora conclusa a regola d'arte.

Il basamento senza statua (Mag/Monza Today)

MONZA Se n’è andato Garibaldi, ed è rimasto il degradoA più di un mese dall’inaugurazione della storica statua in marmo dell’eroe del Risorgimento ricollocata su un nuovo basamento davanti al Tribunale, in piazza Garibaldi appunto, dopo quasi 100 anni di abbandono e oblio, l’operazione non si è ancora conclusa a regola d’arte. Perché se la nuova sistemazione nel cuore di Monza è ineccepibile, si storce invece il naso a vedere come è stato lasciato il luogo dove la statua è rimasta per decenni.

Nel cortile interno di via Lecco 12, lo spazio pubblico condiviso sia dalla biblioteca comunale San Gerardo sia dall’Istituto superiore Olivetti, è rimasto il vecchio basamento su cui era collocata la statua prima del recupero, il quale oltre a essere vuoto, presenta ancora tutti i segni dei lavori svolti per rimuovere il pesante manufatto di marmo che ospitava.

Passando dal cortile per andare in biblioteca oppure a scuola, si nota il cippo spoglio, scalcinato e ancora con le macerie di muratura cadute attorno, sull’aiuola, e mai ripulite. Un retroscena di incuria in un operazione che invece, lo scorso 17 marzo durante l’inaugurazione per la festa dell’Unità d’Italia, voleva dare anche un segnale di riscoperta dei valori civili e cura del patrimonio cittadino.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Spot
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Si butta a terra all'Esselunga: "Ho fame" e gli regalano spesa. Poi sputa alla guardia

  • Mascherina obbligatoria per uscire: 250mila distribuite gratis a Monza e Brianza

  • Coronavirus, in Brianza 111 nuovi casi: al via la distribuzione (gratis) di mascherine

  • Coronavirus, nuova crescita di casi in Brianza: 141 nuovi contagi. A Monza oltre 500 positivi

  • La lettera dell'infermiera del San Gerardo: "Ho stretto le mani di chi moriva solo"

  • Negli ospedali lombardi oggi più dimessi che ricoverati: in Brianza 90 nuovi casi

Torna su
MonzaToday è in caricamento