Trovato drogato alla guida: “Forse la cocaina mi è finita in bocca”

Un quarantacinquenne è stato trovato positivo mentre era alla guida. E’ stato denunciato, nonostante le sue bizzarre giustificazioni. La storia

L'uomo è stato denunciato - Foto repertorio

I segnali “lanciati” dal suo corpo non mentivano. I risultati del drug test ancora meno. Eppure lui non si è scoraggiato, ha cercato in tutti i modi - compresi quelli più bizzarri - di giustificarsi per evitare guai con la legge. Ma purtroppo per lui, il tentativo è fallito. 

Un quarantacinquenne di Sanremo, ma residente a Monza, è stato denunciato dalla polizia locale per guida sotto effetto di stupefacenti perché trovato positivo durante i controlli ad un posto di blocco. Verso le 4.30 di martedì notte, gli agenti hanno fermato la Fiat Punto dell’uomo in largo Mazzini. L’attenzione degli uomini della locale è stata subito attirata da alcuni particolari: le palpebre del quarantacinquenne che sbattevano troppo velocemente e le sue dita che continuavano a muoversi rapidamente sul volante. 

A quel punto, i vigili hanno deciso di sottoporre l’uomo al drug test, che ha confermato tutti i loro sospetti. Il quarantacinquenne, infatti, è risultato positivo alla cocaina: segno che aveva assunto droghe poco prima di mettersi al volante. 

Ormai scoperto, l’uomo ha fatto affidamento a tutta la sua fantasia. Dopo una serie di giustificazioni più o meno credibili, ha confessato agli agenti di aver fatto uso di cocaina in passato e ha raccontato loro - ispe dixit - che “forse inavvertitamente la droga gli era finita in bocca per sbaglio mentre probabilmente la teneva in mano”. 

I vigili naturalmente non hanno creduto alla versione dell’uomo: lo hanno denunciato e gli hanno ritirato la patente. L’auto, intestata a una società, è stata sottoposta a fermo amministrativo. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, un caso di contagio in un'azienda ad Agrate: donna ricoverata a Bergamo

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Bar non chiude alle 18 e non rispetta ordinanza sul Coronavirus: scatta la denuncia

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

Torna su
MonzaToday è in caricamento