Ancora un sospetto caso di febbre Dengue, a Monza scatta la disinfezione straordinaria

La disinfestazione scatterà nei pressi di via Zuccoli dopo un sospetto caso di Dengue

Zanzara

Un caso sospetto di febbre da Dengue e a Monza scattano le disinfestazioni contro le zanzare: gli insetti che trasmettono la malattia (non vi è alcuna emergenza sanitaria in corso e non è necessario alcun allarmamismo in quanto si tratta di una prassi comune in circostanze di questo tipo). Il fatto è stato reso noto dal comune di Monza che ha emanato una ordinanza in seguito a una segnalazione dell'Ats Brianza. Non è la prima volta, anche a giugno scattò una disinfestazione straordinaria in caso a un sospetto caso di Dengue.

La disinfestazione scatterà alle 18 di martedì 9 luglio e riguarderà le vie Zuccoli, Brunelleschi, Usuelli, Pellegrini, viale Sicilia (nel tratto compreso tra via Modigliani e Lombarda Motori), via Poliziano (nel tratto tra via Usuelli e Scuola Bonatti), via Luca della Robbia (nel tratto compreso tra Campo comune Cederna e via Cantalupo), via Mantegna (i primi 40 metri da viale Sicilia). Non solo: verranno disinfestate anche le aree verdi private e comunali entrambi 200 metri da viale Zuccoli.

La Dengue: cos'è

La febbre dengue, più conosciuta semplicemente come dengue, è una malattia infettiva tropicale causata dal virus Dengue. Il virus esiste in cinque sierotipi differenti (DENV-1, DENV-2, DENV-3, DENV-4, DENV-5) e generalmente l'infezione con un tipo garantisce un'immunità a vita per quel tipo, mentre comporta solamente una breve e non duratura immunità nei confronti degli altri. L'ulteriore infezione con un altro sierotipo comporta un aumento del rischio di complicanze gravi.

La malattia è trasmessa da zanzare del genere Aedes, in particolar modo la specie Aedes aegypti. Si presenta con febbre, cefalea, dolore muscolare e articolare, oltre al caratteristico esantema simile a quello del morbillo. In una piccola percentuale dei casi si sviluppa una febbre emorragica pericolosa per la vita, con trombocitopenia, emorragie e perdita di liquidi, che può evolvere in shock circolatorio e morte. Non esistendo una vaccinazione efficace, la prevenzione si ottiene mediante l'eliminazione delle zanzare e del loro habitat, per limitare l'esposizione al rischio di trasmissione.

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Monticello: trovati i due giovani che si sono schiantati sulla rotonda a 160 km/h

  • Il trucco a cui fare attenzione? Ha a che fare con una bottiglietta d’acqua

  • Tragico incidente in moto: morto un uomo di 53 anni di Giussano

  • Niente più code per la scelta del medico di base e per le esenzioni: ecco il numero per le prenotazioni

  • Controlli in un'officina a Muggiò, scoperto deposito di auto che "scottano"

  • Tragedia in un'azienda a Casatenovo, operaio muore all'alba

Torna su
MonzaToday è in caricamento