Donna morta per trasfusione sbagliata, la Procura apre un fascicolo per omicidio colposo

Per chiarire la causa del decesso della paziente di 85 anni, Angela Crippa, è stata disposta l'autopsia

Angela Crippa, 85 anni, residente ad Arcore, era entrata in ospedale a Vimercate per sottoporsi a un'operazione al femore. Dopo l'intervento, concluso con esito positivo, sono subentrate alcune complicazioni e il personale medico ha disposto una trasfusione di sangue. Il plasma somministrato alla donna però era quello destinato ad un'altra paziente, con lo stesso cognome. Purtroppo letale per l'anziana.

Una trasfusione sbagliata, con uno scambio di sacche dunque. Adesso sul decesso della donna brianzola la procura di Monza ha aperto un fascicolo per omicidio colposo e avviato un'indagine per identificare coloro che materialmente avrebbero somministrato il plasma che si è rivelato letale per la donna.

"La signora - hanno spiegato dall'ospedale con una nota - in seguito ha avuto una seria crisi emolitica tanto da imporre un ricovero in rianimazione. Qui dopo una serie di procedure e l’osservazione puntale del decorso della sua degenza, la donna ha cessato di vivere".

"L’Azienda Socio Sanitaria ha avviato in proposito, anche una indagine interna per verificare quanto avvenuto e accertare eventuali responsabilità. Il fatto è che si è verificato un errore nell’atto trasfusionale: è stata trasfusa sulla paziente deceduta un sacca di sangue destinata ad un'altra paziente, per un errore di identificazione dovuto all’omonimia delle due pazienti" spiegano dall'ospedale da cui sottolineano che negli ultimi dieci anni, a fronte delle seimila trasfusioni effettuate all'anno, non si sarebbe mai verificato un episodio analogo.

Sul caso è intervenuto anche l'assessore alla Sanità di Regione Lombardia, Giulio Gallera. "E' urgente e doveroso capire e individuare cosa non ha funzionato - spiega Gallera - e per questo Regione Lombardia ha attivato immediatamente (venerdi' stesso) il Centro Nazionale Sangue, un organismo specifico al quale sono delegate le ispezioni che riguardano l'aspetto trasfusionale. Due specialisti di Regione Lombardia affiancheranno il lavoro degli ispettori in ogni sua fase. Le verifiche prevedono anche l'attivazione immediata di una procedura di 'Audit' aziendale, coordinata dal Risk Manager, che dovra' ricostruire tutte le azioni compiute in ospedale, dal ricovero della paziente fino al tragico epilogo".

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Monza Maestoso ha aperto le porte: ecco il centro commerciale nato dall'ex cinema

  • Concorso di Natale Esselunga: in palio 100 Mini, bracciali in oro con diamanti e iPhone

  • Incidente tra auto e moto in tangenziale Est, morto 51enne al San Gerardo di Monza

  • Incidente in Valassina, scontro tra tre auto: due persone in ospedale

  • Incidente in autostrada A4 tra Agrate e la Tangenziale Est: nove chilometri di coda

  • L’infallibile trucco per mettere le lucine sull’albero di Natale

Torna su
MonzaToday è in caricamento