Nasconde due chili di marijuana nel centro di accoglienza, arrestato 34enne nigeriano a Monza

Il ragazzo, richiedente asilo, era ospite di una struttura monzese in via Giusti. La droga era nascosta tra i vestiti all'interno di una valigia

La droga sequestrata

Oltre due chili di droga nascosti tra i vestiti, in una valigia sotto il letto. A trovarli, grazie al fiuto infallibile del cane antidroga, mercoledì mattina sono stati gli agenti della Squadra Mobile e della Squadra Volanti della Questura di Monza. La perquisizione è scattata all'interno del centro di accoglienza di via Giusti, nel capoluogo brianzolo.

Il personale della Questura è intervenuto nella struttura di accoglienza dove sono ospitati venticinque cittadini stranieri nigeriani e gambiani richiedenti asilo, dopo aver ricevuto una segnalazione relativa a una presunta attività di spaccio da ricondurre a un cittadino di 34 anni nigeriano K.O. 

Sotto il letto del ragazzo sono stati trovati sette involucri per un totale di 2,2 chili di marijuana insieme a diversi telefoni cellulari utilizzati per l'attività di spaccio. Per il pusher sono scattate le manette e ora si trova in carcere in attesa dell'udienza di convalida. Durante la perquisizione, effettuata con la piena disponibilità del direttore e degli operatori della cooperativa che gestisce il centro, sono stati denunciati in stato di libertà anche altri due ospiti perchè trovati in possesso di cinaue grammi di marijuana. 

droga perquisizione polizia 2-2-2

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shock per liceo Frisi di Monza, due studenti si tolgono la vita. La preside: "Profondo dolore"

  • Incidente in autostrada A4, auto ribaltata: gravissimo 27enne

  • Le auto e gli affari con la cocaina, sgominata rete di spacciatori: 11 arresti

  • Tornano le giostre a Limbiate, sulle ceneri di Greenland sorgerà un nuovo luna park

  • Maxi operazione a Monza, undici arresti per spaccio di droga

  • Crollo in via Bergamo a Monza, pezzi di cornicione precipitano al suolo da nove metri

Torna su
MonzaToday è in caricamento