Escursionisti brianzoli si perdono: notte da incubo, salvati dal Soccorso alpino

Sono stati raggiunti nella notte con i viveri

Difficile intervento di soccorso Alpino quello iniziato domenica sera e conclusosi lunedì da parte degli uomini della X delegazione del Soccorso Alpino e Speleologico Piemontese e del Soccorso Alpino della Guardia di Finanza.

L'intervento si è reso necessario per soccorrere due escursionisti brianzoli che si sono persi sulle alture tra Megolo e Anzola (Piemonte). Le persone hanno lanciato l'allarme chiamando il numero unico 112 e sono state localizzate grazie a SMS LOCATOR, uno strumento di cui è dotato il Soccorso Alpino.

I soccorritori hanno raggiunto i dispersi nella serata di domenica ma le difficoltà tecniche della zona accentuate dalla scarsa visibilità dovuta al buio hanno fatto sì il recupero venisse rimandato a lunedì. Una seconda squadra di soccorritori è salita per portare viveri e abbigliamento per passare la notte all'addiaccio.

L'intervento si è concluso con il recupero da parte dell'eliambulanza 118 intorno alle 9.30 di questa mattina. È di 15 persone il numero totale dei tecnici soccorritori che hanno preso parte a questo intervento notturno. Gli utenti sono della provincia di Monza.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Pitbull azzanna padrone ai genitali, 40enne uccide il suo cane per salvarsi

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Coronavirus, contagi anche nel Milanese. Chiuse le università lombarde

  • Nova Milanese, azzannato alle parti intime dal suo cane: 40enne in ospedale

  • Coronavirus, 89 casi in Lombardia: Carnevale rinviato a Monza e in alcuni comuni brianzoli

Torna su
MonzaToday è in caricamento