Cornate, accende un petardo trovato a terra e gli esplode in faccia: grave ragazzo di 17 anni

Il giovane ha subito l'amputazione di due dita e di una falangetta. Ha anche ustioni al volto

Immagine repertorio

Avrebbe acceso, così ha raccontato, un petardo che aveva trovato a terra fuori da casa. Ma quello stesso petardo poi gli è esploso tra le mani, causandogli gravissime ferite e ustioni al volto. 

Un ragazzo di diciassette anni, uno studente marocchino, è ricoverato in condizioni gravi all'ospedale San Gerardo di Monza dopo essere stato "travolto" dall'esplosione di un ordigno artigianale. Lo scoppio si è verificato verso le 12 di martedì in via Madonna a Cornate d'Adda, proprio fuori dall'abitazione in cui il giovane vive con i genitori. 

Il 17enne ha subito l'amputazione totale di due dita, ha perso la falangetta di un terzo dito e ha riportato ustioni al volto: soccorso dai medici del 118, è stato ricoverato in codice rosso al San Gerardo di Monza in condizioni delicate. 

Ascoltato dai carabinieri, lo studente ha raccontato di aver trovato il petardo in strada e di averlo acceso. I militari sono ora al lavoro per verificare la sua testimonianza. 

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Incidente in tangenziale Est, schianto tra due auto e un camion: due morti e due feriti

  • Come eliminare i pesciolini argentati dalle nostre case

  • Paura al mercato di Macherio, si accascia a terra: trasportata in codice rosso all'ospedale

  • Incidente in tangenziale tra auto, furgone e tir: uomo e donna sbalzati sull'asfalto, morti

  • Alle porte della Brianza apre un nuovo supermercato

  • Perde il controllo dell'auto in Valassina, si schianta contro il guard rail e si ribalta

Torna su
MonzaToday è in caricamento