Cornate, accende un petardo trovato a terra e gli esplode in faccia: grave ragazzo di 17 anni

Il giovane ha subito l'amputazione di due dita e di una falangetta. Ha anche ustioni al volto

Immagine repertorio

Avrebbe acceso, così ha raccontato, un petardo che aveva trovato a terra fuori da casa. Ma quello stesso petardo poi gli è esploso tra le mani, causandogli gravissime ferite e ustioni al volto. 

Un ragazzo di diciassette anni, uno studente marocchino, è ricoverato in condizioni gravi all'ospedale San Gerardo di Monza dopo essere stato "travolto" dall'esplosione di un ordigno artigianale. Lo scoppio si è verificato verso le 12 di martedì in via Madonna a Cornate d'Adda, proprio fuori dall'abitazione in cui il giovane vive con i genitori. 

Il 17enne ha subito l'amputazione totale di due dita, ha perso la falangetta di un terzo dito e ha riportato ustioni al volto: soccorso dai medici del 118, è stato ricoverato in codice rosso al San Gerardo di Monza in condizioni delicate. 

Ascoltato dai carabinieri, lo studente ha raccontato di aver trovato il petardo in strada e di averlo acceso. I militari sono ora al lavoro per verificare la sua testimonianza. 

Potrebbe interessarti

  • La scopa elettrica senza fili conviene per davvero?

  • Il colore di capelli più cool dell’estate? È l’Icy White

  • Casa piccola? Gli errori da non fare quando la si arreda

  • Fuga da Monza: in mountain-bike da Paderno al traghetto di Leonardo

I più letti della settimana

  • Grosso incendio alla stazione di Monza: fumo in tutta la zona

  • Malore mentre fa il bagno nell'Adda, 42enne muore dopo essere stato soccorso in acqua

  • Evade ma l'auto va in panne sotto il temporale, soccorso dai carabinieri e arrestato

  • Incidente in tangenziale Est a Carugate, auto finiscono fuori strada e una si ribalta: due feriti

  • Perde il controllo della moto in Valassina e cade sulla rampa a Monza: soccorso 73enne

  • Sta male mentre fa il bagno, morto Said "pilastro" della comunità islamica di Carnate

Torna su
MonzaToday è in caricamento