Cornate, accende un petardo trovato a terra e gli esplode in faccia: grave ragazzo di 17 anni

Il giovane ha subito l'amputazione di due dita e di una falangetta. Ha anche ustioni al volto

Immagine repertorio

Avrebbe acceso, così ha raccontato, un petardo che aveva trovato a terra fuori da casa. Ma quello stesso petardo poi gli è esploso tra le mani, causandogli gravissime ferite e ustioni al volto. 

Un ragazzo di diciassette anni, uno studente marocchino, è ricoverato in condizioni gravi all'ospedale San Gerardo di Monza dopo essere stato "travolto" dall'esplosione di un ordigno artigianale. Lo scoppio si è verificato verso le 12 di martedì in via Madonna a Cornate d'Adda, proprio fuori dall'abitazione in cui il giovane vive con i genitori. 

Il 17enne ha subito l'amputazione totale di due dita, ha perso la falangetta di un terzo dito e ha riportato ustioni al volto: soccorso dai medici del 118, è stato ricoverato in codice rosso al San Gerardo di Monza in condizioni delicate. 

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Ascoltato dai carabinieri, lo studente ha raccontato di aver trovato il petardo in strada e di averlo acceso. I militari sono ora al lavoro per verificare la sua testimonianza. 

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • I luoghi (che non tutti conoscono) dove fare il bagno in Lombardia

  • I ponti tibetani della Lombardia dove portare i bambini

  • Brugherio, incendio nella notte nella pizzeria Lo Stregone: tre famiglie evacuate

  • Coronavirus, un solo nuovo contagio a Monza: sindaco incontra i gestori dei locali

  • Giovani ragazze costrette a prostituirsi in un club privato a Varedo: sette arresti

  • Spostamenti fuori regione, la Lombardia rischia di restare "chiusa" altre due settimane

Torna su
MonzaToday è in caricamento