Evade dagli arresti domiciliari per andare a giocare a calcio con gli amici: arrestato

È successo nel pomeriggio di mercoledì, nei guai un 20enne marocchino

Immagine repertorio

Era agli arresti domiciliari e non poteva allontanarsi da casa, ma i carabinieri lo hanno sorpreso mentre stava giocando a calcio con altri quattro ragazzi. L'epilogo? Le manette. È successo nel pomeriggio di mercoledì 10 aprile a Cornate d'Adda (comune della Brianza). Nei guai un 20enne marocchino.

Il giovane — come riferito dai carabinieri della compagnia di Vimercate — era stato arrestato a febbraio con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A marzo, invece, era stato riarrestato perché evaso dai domiciliari. 

E lo stesso è avvenuto nel pomeriggio di mercoledì. A scovarlo sono stati i militari della stazione di Trezzo durante un servizio di perlustrazione: lo hanno sorpreso in un parcheggio a 300 metri da casa sua mentre stava giocando a calcio e con altri quattro suoi conoscenti. Per lui sono scattate le manette e nella mattinata di giovedì i giudici lo hanno ristretto nuovamente ai domiciliari.

Potrebbe interessarti

  • Cosa sono i poke bowl e dove mangiarli a Monza e provincia

  • Pulizie casalinghe: come va trattato il legno

  • I 5 migliori locali per l’aperitivo a Monza e provincia

  • I 10 cibi da non mettere mai in frigorifero

I più letti della settimana

  • Finisce contro un'auto in moto e muore a 29 anni, tragico incidente a Cusano Milanino

  • Cambia il Codice della Strada: le novità

  • Incidente sull'Autostrada A4: schianto tra due camion, traffico in tilt e sei chilometri di coda

  • Monza, attraversa il passaggio a livello: travolta e uccisa dal treno, circolazione in tilt

  • Si rovescia il muletto nel negozio, ferita una cliente mentre fa acquisti

  • Stroncato da una malattia a 33 anni, muore giovane papà ed ex calciatore

Torna su
MonzaToday è in caricamento