Evade dagli arresti domiciliari per andare a giocare a calcio con gli amici: arrestato

È successo nel pomeriggio di mercoledì, nei guai un 20enne marocchino

Immagine repertorio

Era agli arresti domiciliari e non poteva allontanarsi da casa, ma i carabinieri lo hanno sorpreso mentre stava giocando a calcio con altri quattro ragazzi. L'epilogo? Le manette. È successo nel pomeriggio di mercoledì 10 aprile a Cornate d'Adda (comune della Brianza). Nei guai un 20enne marocchino.

Il giovane — come riferito dai carabinieri della compagnia di Vimercate — era stato arrestato a febbraio con l'accusa di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti. A marzo, invece, era stato riarrestato perché evaso dai domiciliari. 

E lo stesso è avvenuto nel pomeriggio di mercoledì. A scovarlo sono stati i militari della stazione di Trezzo durante un servizio di perlustrazione: lo hanno sorpreso in un parcheggio a 300 metri da casa sua mentre stava giocando a calcio e con altri quattro suoi conoscenti. Per lui sono scattate le manette e nella mattinata di giovedì i giudici lo hanno ristretto nuovamente ai domiciliari.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Shock per liceo Frisi di Monza, due studenti si tolgono la vita. La preside: "Profondo dolore"

  • Incidente in autostrada A4, auto ribaltata: gravissimo 27enne

  • Le auto e gli affari con la cocaina, sgominata rete di spacciatori: 11 arresti

  • Tornano le giostre a Limbiate, sulle ceneri di Greenland sorgerà un nuovo luna park

  • Maxi operazione a Monza, undici arresti per spaccio di droga

  • Crollo in via Bergamo a Monza, pezzi di cornicione precipitano al suolo da nove metri

Torna su
MonzaToday è in caricamento