Viveva con la seconda moglie e i bambini in un box: l'incredibile scoperta a Monza

In un garage annesso a uno stabile in via Leon Battista Alberti i carabinieri si sono recati per rintracciare un egiziano dietro richiesta della moglie che lo aveva segnalato per maltrattamenti in famiglia. Qui però hanno trovato il suo "segreto": una seconda donna e altri tre figli costretti a vivere in un box

IMMAGINE DI REPERTORIO

Una famiglia "ufficiale" tra le mura di un appartamento di uno stabile popolare in via Giotto a Monza, con tre bambini e una moglie, dove l'armonia però si era persa da tempo.

E poi una seconda donna e altri tre piccoli, tutti tra i tre e i nove anni, quasi coetanei dei fratellini che probabilmente non hanno mai incontrato, nascosti in un garage e costretti a vivere in un box.

E' stato questo che i carabinieri di Monza sabato pomeriggio hanno trovato in un garage di uno stabile popolare in via Leon Battista Alberti, annesso al palazzo di via Giotto. Tra coperte, scope, acqua e viveri, nascosti per non lasciare tracce, c'era una vera e propria famiglia. Qui i militari si erano recati per rintracciare un 50enne egiziano che poco prima aveva fatto capolino nell'appartamento della prima moglie, una connazionale, nonostante il divieto imposto dal provvedimento di allontanamento scattato per la condotta violenta dell'uomo, in seguito alla denuncia per maltrattamenti in famiglia sporta tempo prima dalla donna.Quando la signora ha allertato i carabinieri, il 50enne però si è allontanato ed è stata lei a suggerire agli inquirenti di cercarlo proprio in quello stabile dove in realtà è stato trovato tutt'altro.

Per la signora e i suoi piccoli sono stati allertati i servizi sociali comunali che hanno preso in carico la situazione e li hanno trasferiti in una struttura di accoglienza. I bambini sono stati anche accompagnati in ospedale per alcune visite ma non sono emersi elementi preoccupanti. Secondo quanto ricostruito dall'Arma di Monza la famiglia viveva nel box da due o forse una settimana, in condizioni di profonda indigenza. Sono ancora in corso alcuni accertamenti e al momento il 50enne, titolare di una ditta di pulizie, è stato denunciato solo per aver violato la misura dell'obbligo di allontanamento dalla casa famigliare.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti (1)

  • Avatar anonimo di mabasta
    mabasta

    che meraviglia l'immigrazione ! 3 reati su 4 commessi da clandestini, immigrati e pseudo rifugiati..proprio una bella societa' multietnica dove la sovranita' dell'italiano e' ridotta al pagamento delle tasse

Notizie di oggi

  • Incidenti stradali

    Donna investita e uccisa da un camion mentre attraversa la strada: morta 71enne

  • Cronaca

    Monza, cerca di farla franca con 200 euro di coca fuori dalla stazione: fermato dalla polizia

  • Cultura

    Fuochi d'artificio, pizza festival e musica: tutti gli eventi dell'Estate di Monza

  • WeekEnd

    Cosa fare a Monza nel week-end: gastronomia, mostre, serate e sport

I più letti della settimana

  • Maltempo a Monza: temporale e tempesta di grandine, strade ricoperte di ghiaccio

  • Sparatoria in stazione a Varedo: uomo ferito da un colpo di fucile, indagano i carabinieri

  • Incidente sulla Valassina: si schianta in auto, scende a vedere e viene travolto e ucciso

  • Incidente in Valassina, travolto dopo tamponamento: morto a 22 anni Chetra Sponsiello

  • Incidente sulla Milano-Meda, perde il controllo dell'auto e si ribalta: morto 86enne

  • Incidente sulla Milano-Meda a Lentate, dopo lo schianto un'auto finisce sopra l'altra

Torna su
MonzaToday è in caricamento