Rubano in spiaggia: nell'auto 17 dosi di ecstasy, condannati

Tre giovani di Nova Milanese avevano rubato uno zaino in spiaggia a Jesolo ma sono stati rintracciati: nell'auto tenevano nascoste 17 dosi di ecstasy

Beccati dopo un furto in spiaggia e alla fine processati per droga. E' successo a Jesolo (Venezia) a tre giovani residenti a Nova Milanese. Tutto è iniziato quando due giovani si sono accorti che il loro zainetto, lasciato sulla spiaggia della cittadina veneta, era sparito. Sospettando dei vicini d'ombrellone, si sono messi alla ricerca insieme a un beach steward. Nel frattempo i carabinieri - in perlustrazione in abiti civili - si sono accorti del trambusto e si sono uniti alla ricerca.

Alla fine i tre sono stati individuati: uno di loro indossava un paio di occhiali da sole contenuti nello zaino rubato. Perquisita la loro automobile è stato recuperato il resto della refurtiva. E sono state anche trovate 17 dosi di ecstasy.

Inevitabile il processo per direttissima a Mestre per i tre novesi, D.M. di 34 anni, A.G. di 25 e E.P. di 24, con la condanna a otto mesi di reclusione e 2mila euro di multa, col beneficio della sospensione della pena.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Coronavirus, tutte le scuole di Monza e provincia chiuse: ecco l'elenco dei comuni

  • Coronavirus, primo caso anche a Monza: positivo paziente ricoverato al San Gerardo

  • Pitbull azzanna padrone ai genitali, 40enne uccide il suo cane per salvarsi

  • Coronavirus, il primo giorno di "coprifuoco" per Monza: ecco tutti i divieti nella 'zona gialla'

  • Lissone, trovato il corpo senza vita di un uomo in un campo in via Toti

  • Coronavirus, contagi anche nel Milanese. Chiuse le università lombarde

Torna su
MonzaToday è in caricamento