Aperta la cassaforte: razzia nella notte all’ospedale Borrella di Giussano

Senza farsi notare da medici e infermieri, i ladri sono riusciti ad arraffare 4mila euro: gli incassi per le visite e le prestazioni ambulatoriali dei pazienti

GIUSSANOSono riusciti a fare un buco nella cassaforte: e sono fuggiti via con 4mila euro. E’ successo nella notte all’ospedale Borrella di Giussano. I ladri erano in due, forse in tre. Entrati nel padiglione che ospita il centro prenotazioni, hanno messo fuori uso il sistema d’allarme e quello antincendio.

A quel punto, sono rimasti soli con la cassaforte. Indisturbati, con un flessibile sono riusciti ad aprire un buco nella pesante porta della cassaforte. A quel punto, hanno arraffato soldi per 4mila euro: gli incassi per le visite e le prestazioni ambulatoriali e i ticket versati ogni giorno dai pazienti.

Devi disattivare ad-block per riprodurre il video.
Play
Replay
Play Replay Pausa
Disattiva audio Disattiva audio Disattiva audio Attiva audio
Indietro di 10 secondi
Avanti di 10 secondi
Spot
Attiva schermo intero Disattiva schermo intero
Skip
Il video non può essere riprodotto: riprova più tardi.
Attendi solo un istante...
Forse potrebbe interessarti...

Solo qualche ora dopo gli addetti delle pulizie si sono accorti che la porta dell’ufficio prenotazioni era spalancata e la cassaforte aperta. E hanno dato l’allarme. I ladri sono entrati indisturbati, riuscendo a non farsi notare da medici e infermieri. Hanno mostrato di conoscere l’ospedale come le loro tasche. Indagano i carabinieri di Seregno.

In Evidenza

Potrebbe interessarti

I più letti della settimana

  • Sopra il cielo di Monza, la magia della stella cometa Neowise

  • "Rave party" in strada a Monza: nel caos, un uomo viene aggredito brutalmente e rapinato

  • Paura a Vimercate, si accascia a terra: trasportata in codice rosso all'ospedale

  • Schianto frontale sulla statale: drammatico il bilancio, morti due giovani di 28 anni

  • Cammina seminudo in strada, 36enne arrestato a Giussano: era già stato espulso

  • Non compila autocertificazione, infermiera non entra in piscina: "Io discriminata"

Torna su
MonzaToday è in caricamento