Grave incidente sul lavoro a Cesano Maderno: operaio rischia l'amputazione del braccio

È successo nella mattinata di mercoledì, l'uomo è stato accompagnato in codice rosso al San Gerardo

Immagine repertorio

Grave incidente sul lavoro nella mattinata di mercoledì 10 ottobre in una azienda di viale Sicilia a Cesano Maderno che produce materiale edile: un operaio di 58 anni è rimasto gravemente ferito all'avambraccio destro e ora rischia l'amputazione.

Tutto è accadeto intorno alle 7.45, come riportato dall'azienda regionale di emergenza urgenza. Secondo una prima ricostruzione sembra che il 58enne, mentre stava lavorando con un macchinario, abbia subito l'amputazione dell’avambraccio destro. Le sue condizioni sono subito apparse disperate, tanto che la centrale operativa del 118 aveva inviato sul posto un'ambulanza e un'automedica in codice rosso. L'uomo è stato accompagnato in codice rosso al San Gerardo dove rischia di perdere il braccio.

Ancora non è chiara l'esatta dinamica dell'incidente, per i rilievi sono intervenuti gli agenti della polizia locale.

Attendere un istante: stiamo caricando i commenti degli utenti...

Commenti

Notizie di oggi

  • Cronaca

    Nuovi interventi per mettere in sicurezza i ponti sulla Milano-Meda

  • Incidenti stradali

    Incidente mortale per Stefano Iacobone, campione italiano di nuoto

  • Cultura

    "Autismo in blue jeans", ecco la grande installazione in piazza a Monza

  • WeekEnd

    Cosa fare a Monza nel week-end: luoghi aperti dal Fai e gastronomia

I più letti della settimana

  • Travolta e uccisa da un autobus a Sesto San Giovanni, muore una donna di 60 anni

  • Ladri sorpresi a rubare nei box di un condominio e arrestati a Monza

  • Schianto tra un'auto e un trattore a Cesano Maderno, ragazzi intrappolati tra le lamiere

  • Ladre si fingono volontarie Enpa e rubano una cagnolina da un appartamento

  • Presi i "professionisti" delle auto rubate: traditi dallo scotch con cui avevano "trasformato" la targa

  • Federica, uccisa dalla meningite a 24 anni

Torna su
MonzaToday è in caricamento